Lega del Ciclismo Professionistico


Lascia un commento

Ciclismo Cup 2017 decima prova: le classifiche dopo Il Memorial Marco Pantani

Ecco le nuove classifiche della Ciclismo Cup 2017 dopo il Memorial Marco Pantani (decima prova)

Memorial Marco Pantani 2017 – 14th Edition – Cesenatico – Cesenatico 189,8 km – 16/09/2017 – – photo Roberto Bettini/BettiniPhoto©2017

Ciclismo Cup 2017 – classifica individuale

Ciclismo Cup 2017 – Classifica a squadre

 

 


Lascia un commento

Ciclismo Cup: il Tour of the Alps è un successo mediatico

ciclismo-cup-loghi


Grande visibilità per la nuova challenge realizzata dalla Lega Ciclismo Professionismo in collaborazione con PMG Sport in occasione della corsa a tappe euro-regionale che ha raccolto l’eredità del Giro del Trentino. Bernal e l’Androni ancora leader delle classifiche della Ciclismo Cup


Foto: Geraint Thomas è il primo vincitore del Tour of the Alps, la nuova corsa a tappe euro-regionale valida come sesto round della Ciclismo Cup – (Credits: Bettini Photo, utilizzo gratuito consentito con credits)

Milano, 28 aprile 2017. Quasi 100 Paesi al mondo collegati, più di un’ora e mezza di diretta giornaliera e oltre otto ore complessive di programmazione: il Tour of the Alps, sesto round della Ciclismo Cup, la nuova challenge realizzata dalla Lega Ciclismo Professionistico in collaborazione con PMG Sport, si è rivelato, come da previsioni della vigilia, un successo mediatico.

La corsa a tappe euro-regionale che ha raccolto la preziosa eredità del Giro del Trentino ha fatto il proprio esordio sul palcoscenico internazionale con un’esposizione mediatica – televisiva e sul web – davvero importante che premia il lavoro svolto dal GS Alto Garda in collaborazione con la Lega Ciclismo Professionistico. L’elevato livello tecnico della corsa a tappe vinta dal gallese Geraint Thomas del Team Sky è un’ulteriore riprova del successo conseguito dalla nuova manifestazione Euro-regionale.

Maglia bianca di miglior giovane e nono assoluto nella classifica finale del Tour of the Alps, il colombiano Egan Bernal si conferma al comando della Classifica Individuale della Ciclismo Cup, mentre l’Androni-Sidermec guida la graduatoria a squadre con 301 punti davanti alla Wilier Triestina-Selle Italia (206 punti) e alla Nippo-Vini Fantini (192 punti).

 

Ciclismo Cup 2017 – classifica individuale

Ciclismo Cup 2017 – Classifica a squadre

 


Ufficio Stampa Ciclismo Cup 2017logo-vitesse Phone +39 0658334211
E-mail vitesse@vitesseonline.it
Website www.vitesseonline.it

 


 


Lascia un commento

Alla “Ciclismo Cup” le gare non durano un giorno solo

ciclismo-cup-loghi


Anche Laigueglia è stato un successo per il format TV realizzato da PMG Sport e Lega Ciclismo Professionistico: il servizio “on demand”, aggiunto alla diretta, consente a tutti di godersi lo spettacolo

felline-laigueglia-2017

Foto: Fabio Felline (Trek-Segafredo) si aggiudica per distacco il Trofeo Laigueglia, seconda prova della Ciclismo Cup 2017, che ha corso indossando la maglia della nazionale italiana – (Credits: Bettini Photo, utilizzo gratuito consentito con credits)


Milano, 13 febbraio 2017 Anche il secondo appuntamento della “Ciclismo Cup”, il circuito di gare italiane promosso dalla Lega Ciclismo Professionistico e prodotto da PMG Sport, lascia una scia di soddisfazione dietro di sé. Il Trofeo Laigueglia, organizzato dal Comune di Laigueglia con la consulenza tecnica del GS Emilia, si è disputato domenica 12 febbraio con una cornice davvero importante di pubblico sceso in Riviera per non mancare la prima classica della stagione italiana. Ma lo spettacolo se lo sono goduto anche gli spettatori che hanno seguito in TV o sul web la corsa vinta da Fabio Felline, autore di un bell’assolo con la maglia della nazionale italiana.

Il risultato ha ovviamente movimentato la classifica della “Ciclismo Cup” che dopo due prove vede in testa il gruppo sportivo UAE Abu Dhabi per quanto riguarda la graduatoria a squadre, mentre quella individuale è guidata da Fabio Felline. L’appuntamento successivo è ora quello di domenica 5 marzo con la quarantesima edizione del G.P. Industria e Artigianato a Larciano, che sarà anche la prima delle undici giornate di gara in diretta prodotte da PMG Sport.

Anche in occasione del Trofeo Laigueglia il format proposto dall’azienda reggiana si è dimostrato coinvolgente e ricco di spunti interessanti per gli appassionati, che oltre alla trasmissione proposta il giorno della gara hanno la possibilità di godersi la corsa anche nei giorni successivi, sulle medesime piattaforme web, beneficiando del servizio “on demand”.  “Il pubblico sta prendendo rapidamente confidenza con il nostro prodotto televisivo e dimostra di apprezzarlo – dicono da PMG Sport – proprio per questo è importante che tutte le piattaforme sulle quali trasmettiamo abbiano dato disponibilità per offrire questo servizio aggiuntivo”.

Che il “prodotto ciclismo” realizzato da PMG Sport con la Lega stia funzionando lo dicono i numeri meglio di ogni cosa: il Trofeo Laigueglia ha fatto registrare un incremento di pubblico (TV e web) del 30% rispetto al primo evento.

Ciclismo Cup 2017 – classifica individuale

Ciclismo Cup 2017 – Classifica a squadre

Rivedi il 54^ Trofeo Laigueglia


Ufficio Stampa Ciclismo Cup 2017logo-vitessePhone +39 0658334211
E-mail vitesse@vitesseonline.it
Website www.vitesseonline.it

 


 


Lascia un commento

La nazionale al GP Costa degli Etruschi

Continua l’attività per la Nazionale mista élite-U23. Dopo il Tour de San Luis, la Nazionale, sotto la supervisione del coordinatore delle Squadre Nazionali, Davide Cassani, parteciperà alla 20^ edizione del G.P. Costa degli Etruschi, primo appuntamento del calendario italiano ed organizzato dal GS Emilia, in programma domenica 8 febbraio. Per il raduno a Riotorto, dal 6 al 7 febbraio e la successiva partecipazione della Nazionale al GP Costa degli Etruschi, il CT Marino Amadori ha convocato questi atleti:

Alex BUTTAZZONI G.S. FIAMME AZZURRE (élite)
Simone CONSONNI TEAM COLPACK
Nicola DA DALT SELLE ITALIA-CIEFFE-URSUS
Francesco LAMON TEAM COLPACK
Davide MARTINELLI TEAM COLPACK
Jacopo MOSCA L.MASERATI-VIRIS-SISAL MATCHPOINT
Giuseppe SANNINO TEAM PALA FENICE A.S. D.
Stefano VERONA MASTROMARCO CHIANTI SENSI DOVER

Per alcuni azzurri, tra cui Buttazzoni, Consonni e Lamon, il GP Costa degli Etruschi è una gara propedeutica e di “allenamento” in vista dell’appuntamento iridato su pista, in Francia dal 18 al 22 febbraio, e potrà dare quindi indicazioni preziose al CT Marco Villa, che poi effettuerà le sue scelte.
Nell’organico della Nazionale, anche i cronomen, Martinelli e Da Dalt, oltre che gli stradisti, con l’obiettivo di formare al meglio, attraverso il confronto internazionale e seguendo il principio della multidisciplinarietà, i giovani talenti.

GP COSTA DEGLI ETRUSCHI: PERCORSO, ALTIMETRIA, PLANIMETRIA, TABELLA ORARIA


Lascia un commento

Presentato oggi nel nuovo Palazzo della Regione Lombardia lo storico Trittico, tornato ad essere un importante appuntamento premondiale che segna anche il rientro di Nibali alle gare dopo la splendida vittoria del Tour de France. Alle tre manifestazioni parteciperà anche la Nazionale italiana guidata da Davide Cassani.

Milano, 10 settembre 2014
Presentazione TRITTICO LOMBARDO

Tre classiche lombarde del calendario internazionale quali la Coppa Bernocchi, la Coppa Agostoni e la Tre Valli Varesine, in calendario il 16 – 17 e 18 settembre, nell’ordine, da anni accomunate nel Trittico della Regione Lombardia, sono state presentate alle autorità e alla stampa nella prestigiosa e scenografica ambientazione della Sala Belvedere della sede di Regione Lombardia. Una presentazione ad alto livello, e non solo perché si è svolta al 39° piano, con l’intervento del presidente della Regione Roberto Maroni e dell’assessore regionale allo Sport, il plurimedagliato della canoa, Antonio Rossi, entrambi accomunati da viva passione per le due ruote. Passione e interesse che si sono rilevati dagli accenti dei due interventi e confermati dalla disponibilità economica specifica e tangibile verso le tre manifestazioni e, in un discorso a più ampio raggio, verso lo sport in generale. Il presidente Roberto Maroni, del resto, ha ricordato, con parole accorate, la scelta del grande Felice Gimondi quale ambasciatore sportivo per Expo 2015, un bel riconoscimento per il movimento ciclistico e per la sua storia.

10-sett-2014 Trittico LombardoIl cambio di data del Trittico attuato in questo 2014 con lo spostamento dalla metà di agosto alla metà di settembre, ridona alla manifestazione un fascino che lo scivolamento della disputa  del mondiale in avanti come avviene da quasi un ventennio, aveva offuscato, nonostante gli sforzi e le cure delle tre società organizzatrici.

E i nomi degli iscritti al Trittico Regione Lombardia 2014, uno per tutti quello del trionfatore del Tour de France Vincenzo Nibali, depongono a favore della bontà della scelta operata con evidenza unitamente a un ritrovato e rinnovato interesse per la maglia azzurra che Davide Cassani incentiva e valorizza declinato in vari modi.

Roberto Damiani per l’U.S. Legnanese, Romano Erba per lo Sport Club Mobili Lissone e Renzo Oldani per la S.C. Alfredo Binda, ossia i presidenti delle tre società organizzatrici, con interventi specifici delle autorità comunali e dei collaboratori più vicini, hanno ricordato ai numerosi intervenuti fra i quali il vice presidente della Lega Ciclismo Professionistico Enzo Ghigo, altro appassionato e praticante del ciclismo, i motivi salienti delle tre corse che animeranno la metà della prossima settimana.

Tre corse tutte da vivere con passione.

Giuseppe Figini


Lascia un commento

Nazionale: il nuovo CT Davide Cassani presenta il suo programma davanti a Malagò, Di Rocco e Scotti

DAVIDE CASSANI: “Cercherò di fare il CT Tutto l’anno. Il mio compito è quello di dialogare con ogni gli atleti: a fine mese i primi raduni a Camaiore per stradisti e per cronomen. Andrò a Ponferrada in ricognizione sul percorso”- L’augurio del Presidente del Coni, Giovanni Malagò: “Davide Cassani è l’immagine pulita del ciclismo: una scelta eccellente”. Il Presidente Di Rocco: “Da quando è stato comunicato il nome di Cassani a ruolo di CT, abbiamo raccolto numerosi consensi”.

Roma, 3 febbraio 2014 – E’ stata ufficializzata oggi, presso la sala Giunta del Salone del Coni, la nomina di Davide Cassani al ruolo di CT della Nazionale Professionisti. Alla cerimonia, presenti, il presidente del Coni, Giovanni Malagò ed il segretario generale Roberto Fabbricini, il presidente federale, Renato Di Rocco, il presidente della Lega del Ciclismo Professionistico, Vincenzo Scotti ed il segretario generale della FCI, Maria Cristina Gabriotti.

Il Presidente Renato Di Rocco ha salutato la platea, augurando al CT Cassani un buon lavoro: “Da quanto abbiamo comunicato che Davide Cassani è il CT della nazionale professionisti, abbiamo raccolto numerosi consensi e questo ci rende entusiasti. Una scelta condivisa, come sempre, anche con il presidente Malagò e con il segretario Fabbricini.  Colgo l’occasione per ringraziare di nuovo Paolo Bettini: la sua avventura in Maglia Azzurra è stata resa difficile anche da alcune scelte etiche fatte. Dopo che Bettini mi ha comunicato la sua decisione, Davide Cassani è stata la persona cui ho pensato nel modo più naturale possibile. Sono contento della scelta fatta e Davide ha già dimostrato di voler andare oltre al ruolo di CT, attraverso la formazione ed il dialogo con gli atleti. Il CT del ciclismo ha un ruolo differente rispetto ai CT degli altri sport: si gioca tutto in un giorno ma deve costruire la “Squadra” nell’arco del tempo e attraverso il continuo dialogo. Auguro un buon lavoro al CT Cassani” – dice il presidente Di Rocco.

Il Presidente Di Rocco ha ricordato inoltre la medaglia storica vinta da Eva Lechner ai Mondiali di Ciclocross, conclusi eri in Olanda ed il suo impegno nel direttivo UCI. Un ricordo è andato anche a Teofilo Sanson, imprenditore italiano e innamorato del ciclismo, scomparso l’altro giorno.

Entusiamo anche da parte del presidente del Coni, Giovanni Malagò, in partenza per i Giochi Invernali di Sochi, ma che è riuscito a presenziare in conferenza: “Sono vicino alla Federazione Ciclistica Italiana ed al suo percorso “culturale” riconoscendone i meriti anche se il prezzo pagato è stato molto alto – dice il presidente Malagò – La Federciclismo ha la fortuna di essere multidisciplinare ma ciò comporta investimenti nell’attività e anche nella formazione. Il presidente Di Rocco è uno di quei presidenti che veramente tifa per tutta la Squadra Azzurra ed appena Di Rocco mi ha informato della sua scelta, avevo anch’io nella testa il nome di Cassani. L’ho subito chiamato dicendogli che, visto il ruolo a cui era chiamato, a contratto doveva esserci una postilla per cui non avrebbe più potuto “pedalare” con amici come Santilli,  Comanducci, per citarne due presenti oggi. La risposta di Cassani è stata perfetta: allora non firmo il contratto!” – conclude scherzosamente il presidente Malagò.

Davide Cassani visibilmente commosso ha preso poi la parola: “Sono emozionato. Non trovo le parole per poter descrivere la mia emozione. Quando il presidente della FCI mi ha telefonato proponendomi questo ruolo, non ho avuto nessun dubbio. Sarò un CT non solo per un giorno ma per tutto l’anno. Andrò a vedere anche altre discipline come Mtb, pista, BMX  e incontrerò altre categorie come U23 e junior, allievi. Mi dedicherò a tempo pieno a questo ruolo. Sono di natura un ottimista: anche se non abbiamo “il fenomeno su cui puntare” abbiamo giovani talenti che stanno dimostrando a pieno il loro valore e sapranno darci

soddisfazioni: penso ad alcuni come Ulissi, Modolo, Malori e a Ponzi, quest’ultimo che ha vinto ieri. E’ vero, il ciclismo italiano ha bisogno di cambiamenti: è necessario avvicinare i bimbi al ciclismo e non solo con l’attività su strada, sfruttando anche i grandi numeri che ha il mondo amatoriale.

Inizierò il mio lavoro con una ricognizione sul percorso mondiale con gli altri CT. Lo filmerò, come è nel mio stile; per poi proseguire con due raduni, uno per stradisti ed uno per cronomen a Camaiore, iniziando così a lavorare con gli atleti attraverso una pianificazione” – conclude il CT Cassani.

La ricognizione sul percorso mondiale di Ponferrada 2014 è in programma dall’11 al 13 febbraio.

Mentre i raduni in programma a Lido di Camaiore sono due.

Dal 26 febbraio al 1 marzo il raduno dedicato agli stradisti: Valerio Agnoli, Enrico Battaglin, Ivan Basso, Eros Capecchi, Damiano Caruso, Giampaolo Caruso, Damiano Cunego, Sonny Colbrelli,  Alessandro De Marchi, Francesco Gavazzi, Oscar Gatto, Vincenzo Nibali, Adriano Malori, Marco Marcato, Sacha Modolo, Moreno Moser, Simone Ponzi, Filippo Pozzato, Matteo Rabottini, Daniele Ratto, Diego Ulissi, Ivan Santaromita, Daniel Oss, Matteo Tosatto, Alessandro Vanotti.

Dal 1 al 5 marzo in programma il secondo raduno, sempre a Camaiore, per i cronomen: Stefano Pirazzi, Manuele Boaro,  Marco Coledan, Dario Cataldo e Manuel Quinziato.

Da domani il CT Davide Cassani sarà al Tour de Dubai, anche se non è una corsa di osservazione, per dare il via a quel dialogo con atleti e DS indispensabile.

Tra gli ospiti presenti, anche Giovanni Fontanini, Organizzatore CP Camaiore;  Alessandro Dal Dotto, Sindaco di Camaiore; Anna Graziani, Consigliere Delegato in materia di Sport comune di Camaiore; Gianluca Santilli, responsabile del Settore Amatoriale della FCI e Giovanni Grauso, procuratore della FCI.


Lascia un commento

Azzurri: ricognizione sul percorso dei Mondiali strada di Firenze 2013

Firenze2013 

Enrico Rossi accoglie la Nazionale Azzurra nel cuore di Firenze

Il CT Bettini ha guidato una delegazione di 20 Azzurri che oggi ha provato il percorso iridato passando per piazza Duomo a Firenze dove li ha accolti il Governatore della Regione Toscana

Secondo giorno di ricognizione per la Nazionale Italiana sul percorso dei Campionati Mondiali di Ciclismo su strada Toscana2013 che si disputeranno fra meno di un mese (22 – 29 settembre). Ieri il circuito iridato è stato provato dagli specialisti maschili della cronometro (il professionista Adriano Malori e l’Under 23 Mattia Frapporti), mentre oggi è stato il turno di un folto gruppo di corridori (più di venti) che hanno testato i vari percorsi delle gare in linea. Il tutto con la regia dei CT Paolo Bettini (professionisti) e Marco Villa (Under 23 e Junior) e con la collaborazione di Rino De Candido e Gabriele Balducci.

???????????????????????????????

Gli atleti si sono ritrovati presso il Mandela Forum di Firenze alle 9:00 e hanno sperimentato le insidie del circuito di Fiesole. La seduta di allenamento, a cui hanno preso parte Junior Uomini, Under 23 e professionisti, ha contemplato anche una sosta in Piazza Duomo dove il Governatore Enrico Rossi ha accolto i corridori per dare il benvenuto della Regione e per scambiare alcune battute con il CT sotto lo sguardo di media e turisti. Dopo l’incontro, la squadra italiana ha proseguito il sopralluogo sul circuito iridato, andando a testare soprattutto le salite e a provare i giusti rapporti.

A margine della ricognizione, i protagonisti hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Paolo Bettini (CT Nazionale Italiana Professionisti). “Abbiamo riverificato il tracciato con dei ragazzi che ancora non lo avevano provato. E’ un percorso che merita davvero di essere un Campionato del Mondo perché è bello, tecnicamente molto valido e impegnativo. C’è tanta attesa, in Toscana il Mondiale non c’è mai stato. Noi dovremo onorare al meglio la memoria di Ballerini, dedicare il 100% per il nostro Alfredo Martini e pertanto ci metteremo il 100% del nostro impegno”.

Enrico Battaglin (Professionista della Bardiani Valvole Csf Bardiani). “E’ un percorso molto impegnativo. La salita di Fiesole è difficile, tosta e farà selezione così come lo strappo posizionato subito dopo. E’ un percorso molto molto duro. Dopo l’infortunio patito al Giro d’Italia e un periodo di stop ho ripreso con impegno gli allenamenti e sono pronto”.

Marco Villa (CT Nazionale Italiana Under 23 e Junior). “Il percorso  è impegnativo. C’è una salita lunga e pedalabile che  soprattutto nella parte finale – se fatta forte – può fare la differenza. Poi per completare l’opera c’è l’ultimo strappetto che è duro. Credo però che sia per i professionisti che per gli Under e gli junior possa essere determinante l’ultimo giro. Chi ha ancora qualcosa da dare lì può fare la differenza. Noi ci arriviamo in condizione, ancora con le pile abbastanza cariche”.

Andrea Zordan (Campione italiano Under 23). “Secondo il mio punto di vista sarà un Mondiale duro, senza attimi di respiro. Per le mie caratteristiche la salita non è impossibile perché le pendenze sono sul 5-6% e si sta bene a ruota. Lo strappo finale si farà sentire soprattutto negli ultimi due o tre giri. Il percorso mi piace moltissimo e spero davvero di far bene”. Il ciclista della Zalf Euromobil Desirèe Fior indica le rivali più accreditate. “La Francia è sicuramente la nazione da battere, ma lo stesso vale per l’Australia”.

IMG-20130827-00303Rino De Candido (collaboratore tecnico Nazionale Italiana Junior). Il percorso è bello e impegnativo. Ci sarà una selezione naturale già nei primi giri. La discesa dopo Fiesole farà la differenza nelle ultime due tornate. Spero di riuscire a portare un bel gruppetto che riesca a competere con i più forti anche se ci sono nazioni che stanno andando benissimo, come la Francia e l’Olanda”.

Simone Velasco (Junior). E’ un percorso che mi piace molto. C’è una salita di 3-4 km, poi una discesa abbastanza tecnica in cui bisogna restare nelle prime posizioni perché ci potrebbero essere degli attacchi. E poi lo strappo finale che è un vero e proprio muro. A mio avviso la differenza si farà proprio sullo strappo e sul falsopiano di 200-300 metri che è subito dopo la salita”.

La gara in linea riservata agli Under 23 si correrà venerdì 27 settembre e misurerà 173,19 km (con partenza da Montecatini Terme alle 13:00), quella che vedrà impegnati gli Junior Uomini si disputerà sabato 28 settembre sulla distanza di 140,05 km (con partenza alle 8:30 sempre da Montecatini Terme). I professionisti (Elite Uomini) saranno in gara domenica 29 settembre e si daranno battaglia sulla distanza di 272,26 km (partenza da Lucca alle 10:00) nella prova che chiuderà i Mondiali di Ciclismo Toscana2013.

 


Press Office Toscana2013

media@toscana2013.it