Lega del Ciclismo Professionistico


Lascia un commento

Alla “Ciclismo Cup” le gare non durano un giorno solo

ciclismo-cup-loghi


Anche Laigueglia è stato un successo per il format TV realizzato da PMG Sport e Lega Ciclismo Professionistico: il servizio “on demand”, aggiunto alla diretta, consente a tutti di godersi lo spettacolo

felline-laigueglia-2017

Foto: Fabio Felline (Trek-Segafredo) si aggiudica per distacco il Trofeo Laigueglia, seconda prova della Ciclismo Cup 2017, che ha corso indossando la maglia della nazionale italiana – (Credits: Bettini Photo, utilizzo gratuito consentito con credits)


Milano, 13 febbraio 2017 Anche il secondo appuntamento della “Ciclismo Cup”, il circuito di gare italiane promosso dalla Lega Ciclismo Professionistico e prodotto da PMG Sport, lascia una scia di soddisfazione dietro di sé. Il Trofeo Laigueglia, organizzato dal Comune di Laigueglia con la consulenza tecnica del GS Emilia, si è disputato domenica 12 febbraio con una cornice davvero importante di pubblico sceso in Riviera per non mancare la prima classica della stagione italiana. Ma lo spettacolo se lo sono goduto anche gli spettatori che hanno seguito in TV o sul web la corsa vinta da Fabio Felline, autore di un bell’assolo con la maglia della nazionale italiana.

Il risultato ha ovviamente movimentato la classifica della “Ciclismo Cup” che dopo due prove vede in testa il gruppo sportivo UAE Abu Dhabi per quanto riguarda la graduatoria a squadre, mentre quella individuale è guidata da Fabio Felline. L’appuntamento successivo è ora quello di domenica 5 marzo con la quarantesima edizione del G.P. Industria e Artigianato a Larciano, che sarà anche la prima delle undici giornate di gara in diretta prodotte da PMG Sport.

Anche in occasione del Trofeo Laigueglia il format proposto dall’azienda reggiana si è dimostrato coinvolgente e ricco di spunti interessanti per gli appassionati, che oltre alla trasmissione proposta il giorno della gara hanno la possibilità di godersi la corsa anche nei giorni successivi, sulle medesime piattaforme web, beneficiando del servizio “on demand”.  “Il pubblico sta prendendo rapidamente confidenza con il nostro prodotto televisivo e dimostra di apprezzarlo – dicono da PMG Sport – proprio per questo è importante che tutte le piattaforme sulle quali trasmettiamo abbiano dato disponibilità per offrire questo servizio aggiuntivo”.

Che il “prodotto ciclismo” realizzato da PMG Sport con la Lega stia funzionando lo dicono i numeri meglio di ogni cosa: il Trofeo Laigueglia ha fatto registrare un incremento di pubblico (TV e web) del 30% rispetto al primo evento.

Ciclismo Cup 2017 – classifica individuale

Ciclismo Cup 2017 – Classifica a squadre

Rivedi il 54^ Trofeo Laigueglia


Ufficio Stampa Ciclismo Cup 2017logo-vitessePhone +39 0658334211
E-mail vitesse@vitesseonline.it
Website www.vitesseonline.it

 


 


Lascia un commento

Giro 4^tappa: vince Battaglin (Bardiani-CSF), Paolini ancora in rosa. Wiggins perde 17″

Vince il giovane Battaglin (Bardiani CSF) su Felline (Androni) e Visconti (Movistar), Luca Paolini mantiene la maglia rosa, Wiggins perde 17 secondi (probabilmente a causa di una caduta di Salerno – Cannondale).

ordine d’arrivo

1 Enrico Battaglin (Ita) Bardiani Valvole-CSF Inox 6:14:19
2 Fabio Felline (Ita) Androni Giocattoli
3 Giovanni Visconti (Ita) Movistar Team
4 Rigoberto Uran Uran (Col) Sky Procycling
5 Arnold Jeannesson (Fra) FDJ
6 Cadel Evans (Aus) BMC Racing Team
7 Benat Intxausti Elorriaga (Spa) Movistar Team
8 Ryder Hesjedal (Can) Garmin-Sharp
9 Robert Kiserlovski (Cro) RadioShack Leopard
10 Luca Paolini (Ita) Katusha

seguono con lo stesso tempo

11 Tanel KANGERT EST AST
12 Franco PELLIZOTTI ITA AND
13 Vincenzo NIBALI ITA AST
14 Samuel SANCHEZ GONZALEZ ESP EUS
15 Mauro SANTAMBROGIO ITA VIN
16 Giampaolo CARUSO ITA KAT
17 Steven KRUIJSWIJK NED BLA
18 Robert GESINK NED BLA
19 Carlos Alberto BETANCUR GOMEZ COL ALM
20 Wilco KELDERMAN NED BLA

classifica generale

1 Luca Paolini (Ita) Katusha 15:18:51
2 Rigoberto Uran Uran (Col) Sky Procycling 0:00:17
3 Benat Intxausti Elorriaga (Spa) Movistar Team 0:00:26
4 Vincenzo Nibali (Ita) Astana Pro Team 0:00:31
5 Ryder Hesjedal (Can) Garmin-Sharp 0:00:34
6 Bradley Wiggins (GBr) Sky Procycling
7 Giampaolo Caruso (Ita) Katusha 0:00:36
8 Sergio Luis Henao Montoya (Col) Sky Procycling 0:00:37
9 Mauro Santambrogio (Ita) Vini Fantini-Selle Italia 0:00:39
10 Cadel Evans (Aus) BMC Racing Team 0:00:42


Lascia un commento

Calendario italiano professionisti 2013: il Giro dell’Appennino si correrà il 14 luglio.

Dopo l’annullamento della data del 14 aprile, inizialmente prevista per la gara,  soprattutto a causa della concomitanza con il derby cittadino di Genova e la conseguente difficoltà a garantire un adeguato servizio d’ordine, l’UCI ha accolto la richiesta di spostamento formulata da Lega e dall’organizzatore US Pontedecimo per il Giro dell’Appennino.

La storica manifestazione del Calendario italiano, che ripropone il prestigioso arrivo in via XX settembre a Genova, si potrà tenere nell’inedita data del 14 luglio.  Felline Appennino 2012

Nella foto la vittoria di Fabio Felline nell’edizione 2012


Lascia un commento

Coppie Bartali 1^ semitappa: a Gatteo sfreccia Fabio Felline

Questo l’ordine d’arrivo della prima semitappa della Settimana Ciclistica Internazionale Coppi e Bartali vinta da Felline con uno scatto da finisseur all’ultimo km. Il compagno di squadra Mattia Gavazzi regola il gruppo.
1° Fabio Felline (Androni)
2° Mattia Gavazzi (Androni)
3° Alessandro Bazzana (Unitedhealthcare Pro Cycling)

Nel pomeriggio la seconda semitappa con la cronosquadre.


Lascia un commento

Classifiche UCI Europe Tour: individuale a Degenkolb, squadre alla francese SAUR, nazioni all’Italia

Sono state ufficializzate le classifiche dello UCI Europe Tour che conteggiano solo i punti raccolti dagli atleti di squadre Professional e Continental nelle gare di classe HC, 1 e 2. Nonostante non abbia preso punti per le 4 vittorie di tappa alla Vuelta o per il 4° posto ai Campionati del Mondo nella classifica individuale primeggia il giovane tedesco John Degenkolb appartenente alla squadra ARGOS-SHIMANO. Miglior italiano in questa classifica è Danilo Di Luca (5°).
Il miglior giovane UNDER 23 è Fabio Felline 20° assoluto.
Nella classifica a squadre vince la francese SAUR-SOJASUN con ottimi piazzamenti per le italiane ACQUA e SAPONE (3 posto) e ANDRONI-VENEZUELA (4 posto).
Dominio italiano nella classifica per nazioni.

Calssifica individuale

Rank N0me Nazione Team Anni* Punti
1 John DEGENKOLB Germany ARG 23 596
2 Marcel KITTEL Germany ARG 24 511
3 Jonathan TIERNAN-LOCKE Great Britain EDR 28 478.2
4 Marko KUMP Slovenia ADR 24 465
5 Danilo DI LUCA Italy ASA 36 410.2
6 Julien SIMON France SAU 27 399
7 Samuel DUMOULIN France COF 32 394
8 Domenico POZZOVIVO Italy COG 30 387.8
9 Carlos Alberto BETANCUR GOMEZ Colombia ASA 23 369
10 Reinardt JANSE VAN RENSBURG South Africa MTN 23 349
11 Gediminas BAGDONAS Lithuania SKT 27 346
12 Jerome COPPEL France SAU 26 336
13 André SCHULZE Germany APP 38 332.75
14 Michael VAN STAEYEN Belgium TSV 24 327
15 Franco PELLIZOTTI Italy AND 34 313.2
16 Robert VRECER Slovenia VBG 32 307
17 Thomas VOECKLER France EUC 33 282
18 Sergey FIRSANOV Russia RVL 30 279.5
19 Andrea PALINI Italy IDE 23 276
20 Fabio FELLINE *** Italy AND 22 267.8

Classifica a squadre
1 SAUR – SOJASUN France 1,667
2 TEAM ARGOS – SHIMANO Netherlands 1,615
3 ACQUA & SAPONE Italy 1,495
4 ANDRONI GIOCATTOLI – VENEZUELA Italy 1,482.4
5 ITERA – KATUSHA Russia 1,254
6 ENDURA RACING Great Britain 1,161.2
7 COFIDIS, LE CREDIT EN LIGNE France 1,149
8 TEAM EUROPCAR France 1,105
9 TEAM NETAPP Germany 1,102.55
10 ADRIA MOBIL Slovenia 1,044
11 COLNAGO – CSF INOX Ireland 1,033.8
12 TOPSPORT VLAANDEREN – MERCATOR Belgium 1,007
13 BRETAGNE – SCHULLER France 997
14 FARNESE VINI Great Britain 945.6
15 RABOBANK CONTINENTAL TEAM Netherlands 881

Calssifica per nazioni
1 ITALY ITA 3,054
2 FRANCE FRA 2,734
3 GERMANY GER 2,650.83
4 SLOVENIA SLO 2,013
5 RUSSIA RUS 1,840.5
6 BELGIUM BEL 1,639
7 NETHERLANDS NED 1,383.34
8 POLAND POL 1,194.6
9 SPAIN ESP 1,026.2
10 GREAT BRITAIN GBR 922.65
11 UKRAINE UKR 784.88
12 CZECH REPUBLIC CZE 778.95
13 DENMARK DEN 721.66
14 AUSTRIA AUT 693.7
15 LITHUANIA LTU 611


Lascia un commento

Ciclismo italiano in crisi?

Si dice giustamente che il ciclismo italiano viva una profonda crisi, e che lo specchio di questa crisi sia la mancanza di risultati nelle gare più importanti: le classiche, i grandi giri, il calendario che conta.

Ebbene analizzando nel dettaglio la stagione appena conclusa bisogna ammettere che, a parte l’acuto di Enrico Gasparotto all’Amstel  Gold Race, abbiamo solo parzialmente ripetuto le performance in negativo delle scorse stagioni: poche vittorie, ma non pochi piazzamenti di pregio (Pozzato secondo al Giro delle Fiandre, Ballan terzo alla Parigi-Roubaix e al Giro delle Fiandre, Nibali secondo alla Liegi e terzo alla Milano-Sanremo, Gasparotto terzo alla Liegi, Santambrogio quarto al Lombardia).

Non sembrano i mumeri di un ciclismo in crisi di risultati, soprattutto se affiancati allo splendido podio di Vincenzo Nibali al Tour de France alle spalle di una Sky irranggiungibile.

Se andiamo più in profondità nell’analizzare le statistiche e i numeri del nostro movimento ci accorgiamo che i segnali non sono poi così negativi e che comunque c’è un trend di crescita in positivo.

Vediamo nel dettaglio: prendendo come riferimento la classifica stilata da Cycling Quotient, ben più completa e veritiera di quelle UCI e adatta a misurare il valore sportivo degli atleti, ci si accorge che abbiamo comunque piazzato 18 corridori tra i primi 100 del ranking attuale, 7 nei primi 50 e 1 nei primi 10 (Nibali 6°).

Non è un risultato da poco perché il tanto decantato ciclismo inglese, in un anno di trionfi forse irripetibile, mette solo 4 corridori nei primi 100, 3 nei 50 e 1 nei primi 10 (Wiggins 2°).  Belgio (7 nei 100) e Australia (8 nei 100) per non parlare della Francia (10 nei 100), che è la nazione con il maggior numero assoluto di corridori professionisti, sono tutti  ben distanziati. Solo la Spagna riesce da anni a coniugare qualità e quantità  proponendo  comunque 9 corridori tra i primi 100, ma ben 2 nei primi 5 (Rodriguez e Valverde) e,  come noi, 7 nei primi 50. Anche la Germania è in crescita con 2 atleti nei primi 10 (Greipel e Degenkolb) e 4 nei primi 50.

Come si vede dai numeri non una crisi profonda e irreversibile, piuttosto un difficile ricambio generazionale tra i corridori vittoriosi nati negli anni 70 (Bartoli, Casagrande, Bettini, Cipollini, Scarponi, Paolini, Ballan, Di Luca, Petacchi, Pellizotti, Basso, Rebellin ) e all’inizio degli anni 80 (Cunego, Bennati, Pozzato)  e le nuove e promettenti leve, nate dopo il 1989 che si sono messe in luce quest’anno Moser, Ulissi, Felline, Guardini, Viviani (nella foto la sua vittoria di oggi in Cina) …

In mezzo ci sono stati anni, all’incirca dal 1982 al 1988, con una qualità minore, se si escludono le eccellenze di Nibali (classe  ’84) e Visconti(classe ’83). Ovvio che in un momento di inevitabile declino o abbandono delll’attività dei “vecchi” ci sia un vuoto di prestazioni di punta, come è avvenuto, compensato in parte da un livello medio che si è mantenuto sempre alto e costante.

Le premesse per un 2013 positivo ci sono tutte, soprattutto per la maturazione dei giovani talenti e qualche zampata dei vecchi leoni.


Lascia un commento

Memorial Pantani: Fabio Felline anticipa Viviani e Visconti

15/09/2012 20.54.05
CICLISMO PROF: Fabio Felline anticipa Viviani e Visconti nel 9° Memorial Pantani-Trofeo Sidermec

Il giovane dell’Androni Giocattoli-Venezuela ha sfoggiato ottime condizioni di formas in vista del Mondiale Under 23 di Valkenburg

Cesenatico (FC) (15/9) – Con uno spunto da grande finisseur, Fabio Felline (Androni Giocattoli-Venezuela) si è aggiudicato la nona edizione del Memorial Marco Pantani – Trofeo Sidermec, superando sul traguardo di Cesenatico Elia Viviani (Liquigas Cannondale) e Giovanni Visconti (Movistar). Il piemontese ha sbaragliato la concorrenza, mettendo il proprio sigillo sulla corsa organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia (organizzazione generale del Panathlon Cesena del presidente Dionigio Dionigi), valida come prova del Challenge Lowell Orologi (nella foto Bettini il podio).
La corsa aveva ha visto come protagonisti Alexandr Prishpetnyv (Russia), Adrian Kurek (Utensilnord Named), Vojtech Hacecky (Dukla Praga), Peter Erdin (Atlas Personal Jakroo) e Ryohei Komori (Team Nippo), evasi dal gruppo dopo soli 5 chilometri di gara. Malgrado l’uscita di scena di Prishpetnyv al chilometro 26, i quattro al comando si sono mantenuti in testa alla corsa fino al chilometro 126, raggiungendo un vantaggio massimo di oltre 8′.
Da qui in avanti la gara è stata un susseguirsi di attacchi e contrattacchi, che ha portato allo scoperto un drappello di 13 unità in prossimità di Longiano (km 140). Conquistato un vantaggio di una trentina di secondi sugli immediati inseguitori, i battistrada hanno fatto il loro ingresso nel circuito finale di Cesenatico, dove nonostante alcuni tentativi da parte di Sella (Androni Giocattoli) e Ulissi (Lampre ISD), l’arrivo ha fatto registrare la straordinaria vittoria allo sprint di Fabio Felline, che ha preceduto Viviani e Visconti.
La classifica finale del gran premio della montagna ha visto primeggiare l’ex campione d’Europa dell’americana su pista Vojtech Hacecky che ha preceduto Peter Erdin.
Per Felline, che sarà l’uomo di punta della nazionale italiana al campionato del mondo under 23 che si svolgerà il 22 settembre a Valkenburg (Olanda), si tratta della seconda affermazione stagionale.

Fonte: http://www.bicibg.it

Ordine d’arrivo: 1. Fabio Felline (Androni Giocattoli – Venzuela) Km. 183,7 in 4h27’14”, media 41,245; 2. Elia Viviani (Liquigas Cannondale); 3. Giovanni Visconti (Movistar); 4. Andrea Palini (Team Idea); 5. Johan Esteban Rubiano Chaves (Colombia Coldeportes); 6. Oscar Gatto (Farnese Vini Selle Italia); 7. Gianluca Brambilla (Colnago Csf Inox); 8. Fabio Taborre (Acqua & Sapone); 9. Marzio Bruseghin (Movistar); 10. Miguel Angel Rubiano Chavez (Androni Giocattoli – Venezuela).