Resizing LCP

Lega Ciclismo Professionistico utilizza cookie e tecnologie simili per analizzare come i visitatori utilizzano il nostro sito Web, per consentire la condivisione di contenuti sui social media e per adattare i contenuti e gli annunci pubblicitari del sito alle vostre preferenze. Tali cookie vengono inseriti anche da terze parti. Facendo clic su "Accetta" accetti questo. Consulta le nostre impostazioni dei cookie per una descrizione dei cookie per i quali chiediamo il tuo permesso.

Seguici sui social

LONGO BORGHINI TRICOLORE CRONO
LONGO BORGHINI TRICOLORE CRONO LONGO BORGHINI TRICOLORE CRONO



Autore

admin

Categoria

Autore articolo:

C’è chi prima dei Campionati Italiani su Strada – Comano Terme 2023 aveva accolto con curiosità il tracciato delle cronometro, disegnato fra i saliscendi della Valle dei Laghi, parlando di un percorso che avrebbe potuto sorprendere i più attesi specialisti delle prove contro il tempo. Al termine dei due giorni di sfide fra Sarche e la Valle dei Laghi, le maglie Tricolori Elite hanno preso la via del Piemonte, quella da cui erano arrivate: dopo Filippo Ganna, anche Elisa Longo Borghini si è confermata Campionessa Italiana a Cronometro in Trentino, confermando i pronostici della vigilia. 

Per l’atleta di Verbania si tratta del settimo titolo a cronometro (un record), e del decimo in tutto, considerando anche i tre successi in linea: cifra tonda, almeno fino a domenica, quando tenterà il bis nella prova in linea a Comano Terme. “Non conto mai questi successi, anche perché ciascuno è speciale a modo suo. E poi tutte le mie maglie tricolori sono conservate a casa dei miei genitori: riaverle sarà difficile…” ha raccontato, sorridendo, la Campionessa Italiana. 

La prova femminile si è tenuta sul percorso di 25,7 km con partenza e arrivo a Sarche, nel Comune di Madruzzo, in Valle dei Laghi, lo stesso che giovedì aveva visto protagonisti gli Elite Uomini. 

Nella prima metà di gara, quella caratterizzata dall’ascesa verso Passo San Udalrico, tre atlete hanno messo in mostra un passo nettamente migliore della concorrenza: ultima a partire, da campionessa uscente, Longo Borghini è stata la più veloce al riferimento del km 12, lasciando a 11 secondi un’ottima Alessia Vigilia (Top Girls-Fassa Bortolo) e a 12 Marta Cavalli (Fiamme Oro/FDJ-Suez), l’altra favorita della vigilia. 

Rispetto alla prova maschile, il vento è stato un fattore decisamente più importante per le Donne sul tracciato nella Valle dei Laghi, mettendo alla prova le doti di guida delle atlete in gara: “Più che una prova da specialisti era un percorso ‘da condizione’,” ha spiegato Longo Borghini, “a me è piaciuto subito, ho capito che avrebbe potuto adattarsi alle mie doti di guida. Anche se, con una ruota con profilo da 75 davanti, un paio di ventate le ho sentite chiare e forti.”

Uscita con una condizione in crescendo dal Giro di Svizzera, concluso al terzo posto, Longo Borghini è riuscita ad ampliare ulteriormente il proprio margine fino ai 47 secondi del traguardo di Sarche, raggiunto in 37:44 (40,87 km/h) per il settimo titolo contro il tempo. Seconda piazza per Marta Cavalli, che conferma gli ottimi segnali offerti nelle ultime settimane: domenica a Comano Terme bisognerà fare i conti anche con lei. 

Terzo posto per Alessia Vigilia, a 1.10, quarta a 1.28 Vittoria Guazzini (Fiamme Oro/FDJ-Suez). Sesto e settimo posto per le due trentine Letizia Paternoster (Fiamme Azzurre/Jayco-Alula) e Letizia Borghesi (EF Education-TIBCO). Undicesima assoluta sul traguardo, la classe 2003 Carlotta Cipressi (UAE Development Team) è invece la nuova Campionessa Italiana Under 23 contro il tempo. 

Lo sguardo di Longo Borghini si sposta ora sulla prova in linea di domenica 25 Giugno, sui 148 km con quasi 2.500 metri di dislivello che assegneranno la maglia tricolore: partenza e arrivo a Comano Terme, da percorrere su un tratto in linea che porterà le atlete nel Garda Trentino attrraverso il Passo del Ballino, e poi in Valle dei Laghi e infine nuovamente a Comano per imboccare il circuito finale di 16,2 km nelle Giudicarie Esteriori, da percorrere 4 volte, comprensivo della salita di Cavrasto (5,6 km al 5,2%).

Sarà una gara durissima, con un campo partecipanti di primissimo piano,” ha commentato Longo Borghini. “Peccato non avere fra le nostre fila la campionessa uscente Elisa Balsamo, che avrebbe potuto aggiungere un elemento di incertezza tattica. La mia favorita? Silvia Persico. Ma io non mi tiro certo indietro.

DOMANI LA PROVA IN LINEA UOMINI: UNA CORSA APERTA A MOLTE SOLUZIONI

Prima della gara femminile, però, saranno gli Uomini Elite a contendersi la maglia tricolore in linea a Comano Terme. Domani, Sabato 24 Giugno, il menù prevede 227 km e 3.730 metri di dislivello: una gara impegnativa, adatta ad atleti di fondo con buone doti in salita, ma soprattutto capaci di leggere tatticamente una gara aperta a molte diverse soluzioni.

Dopo il via alle 11 da Comano Terme, gli atleti affronteranno un primo anello di circa 40 km nelle Giudicarie, attraverso per Tione, Villa Rendena, Ragoli e Stenico, da percorrere due volte prima di accedere al circuito finale dove si svolgeranno le fasi decisive di gara.

Il circuito di 16,2 km, disegnato nella zona di Fiavé, comprende l’impegnativa salita di Cavrasto5,6 km al 5,2%, andrà percorso per ben nove volte: con molti dei protagonisti più attesi a corto di compagni di squadra, sarà fondamentale rimanere sempre nel vivo dell’azione e saper leggere la partenza di azioni che possano essere quelle decisive. 

Per condizione e caratteristiche, dopo il forfait forzato di Filippo Zana, campione uscente appiedato dalla frattura di una clavicola proprio alla vigilia della rassegna trentina, i pronostici guardano nella direzione di Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), reduce da un successo di tappa al Giro del Delfinato e fresco sposo, questa settimana, della sua Annabruna. Il sogno dichiarato è quello di presentarsi al via del Tour con la maglia Tricolore addosso, come Nibali (ultimo vincitore in Trentino, in Val di Non, nel 2014) e Aru in anni recenti. 

Non mancano però gli avversari da tenere d’occhio: da Diego Ulissi ad Andrea Bagioli, da Marco Frigo ad Alessandro De Marchi e Davide Formolo, senza dimenticare Filippo Ganna e, ovviamente, Matteo Trentin, impegnato sulle strade del suo Trentino come Daniel Oss e i fratelli Mattia e Davide Bais

Con una calda giornata di sole prevista su tutto il Trentino, il grande pubblico del ciclismo è atteso ad affollare le strade per una giornata di grande spettacolo in uno scenario incantevole: immagini che si preparano ad arrivare nelle case degli appassionati di tutta Italia grazie alla diretta TV su Rai 2 ed Eurosport dalle ore 15:20. Novanta minuti di diretta sono in programma anche per la prova in linea Donne Elite di domenica 25, a partire dalle ore 16:00 su Rai 2 ed Eurosport.

L’elenco dei partenti è disponibile qui.

Esplora altre news

Game 3 of 3

Dislike
Frans Hals

Koos Breukel

Jan van Scorel

Guido van der Werve

Maerten van Heemskerck

Drag & drop if you like

or dislike it

Go on! Drag me around!

Are you sure?!

I don't like him aswell

He doesn't like you I'm afraid

Meet at Frans Hals!

Game 1 of 3

lock
lock

Game 2 of 3