Tutto pronto a Lissone per la Coppa Agostoni

Un finale di stagione al cardiopalma, dopo un’annata ciclistica piena di emozioni. Lunedì 11 ottobre si disputerà a Lissone la 74ª Coppa Agostoni, ultima classica del 2021, organizzata dallo Sport Club Mobili Lissone e che chiuderà il Trittico Lombardo. A 75 anni dalla prima edizione, la gara ritrova la sua forma originaria, dopo la parentesi del 2020 quando a causa della pandemia è stata disputata come Grande Trittico Lombardo in prova unica con Coppa Bernocchi e Tre Valli Varesine. Al via 17 formazioni di 7 corridori ciascuna: 6 UCI World Teams (Movistar, Astana-Premier Tech, Cofidis Solutions Credits, Israel Start-Up Nation, UAE Team Emirates, Intermarche-Wanty Gobert Materiaux), 6 UCI Pro Teams, 4 UCI Continental Teams e la Nazionale italiana di ciclismo.

Lo start alle 12.15 da via Catalani, il traguardo circa quattro ore e mezza dopo, tra le 16.20 e le 16.35, in via Matteotti. Dopo la partenza, un primo circuito di 37,5 chilometri che riporterà i ciclisti a Lissone, quindi un tratto interlocutorio di 23,5 chilometri di salita, dolce ma continua, verso il cuore della corsa, i quattro giri del Circuito del Lissolo, di 24 chilometri, con le asperità di Sirtori, Colle Brianza e appunto Lissolo, un saliscendi secco che porta il dislivello complessivo a 1.836 metri e richiede cuore, testa e agilità, prima del traguardo cittadino che ama le ruote veloci. Ultimi 5 chilometri totalmente in pianura, con tre curve soltanto, ma in grado di spezzare l’eventuale gruppo. Ultimo chilometro completamente rettilineo.
La salita che apre il Circuito, Sirtori, è lunga 1,4 chilometri, ha un dislivello di 89 metri con una pendenza media del 6,1%. La salita al Colle Brianza è più lunga: 4 chilometri, per un dislivello di 228 metri con pendenza media del 5,7% e punte massime del 12% nei primi 1.200 metri.
La salita del Lissolo è più breve ma più impegnativa, perché caratterizzata da improvvisi cambi di pendenza, con strappi molto ripidi alternati a tratti in falsopiano e anche in discesa. Il tracciato classico, che caratterizza la Coppa Agostoni, è lungo 1,6 chilometri, con un dislivello di 142 metri, pendenza media dell’8,7% con punte massime del 15% nel tratto dopo il Monastero di Bernaga, quando la strada s’inoltra nel bosco e lo scenografico passaggio del gruppo rende l’immagine poesia pura.
Dal 1987 il Lissolo ha sostituito il Ghisallo come cuore pulsante della gara. Tra le azioni memorabili su questa salita, quelle di Maurizio Fondriest nel 1990, di Gianni Bugno nel 1995 e di Laurent Jalabert nel 2002, tutti poi risultati vincitori sul traguardo di Lissone, arricchendo un palmarès eccezionale che ha visto tra i protagonisti anche Merckx, De Wlaeminck, Francesco Moser e Saronni. La lunghezza della gara quest’anno è diminuita da 195 a 180 chilometri, perché sono stati eliminati i due giri finali intorno a Lissone.

RAI è host broadcaster e trasmetterà la gara in diretta in chiaro su Rai Sport dalle 15.00 alle 16.30 così come su Eurosport e Pmg Sport

Qui sarà possibile guardarla in diretta:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...