Lega del Ciclismo Professionistico

Il ricordo di Eugenio Bomboni, storico organizzatore di del G.P. Liberazione e Giro delle Regioni.

Lascia un commento

Si sono svolti ieri a Roma alle 15 i funerali di Eugenio Bomboni, scomparso lo scorso 19 luglio.

Eugenio Bomboni è stato un personaggio a tutto tondo del mondo del ciclismo. Era nato a Firenze nel 1930 e, sin da giovanissimo, ha collaborato con la redazione fiorentina del quotidiano l’Unità. Agli inizi degli anni ’60 si trasferì alla redazione centrale del quotidiano, a Roma, dove la sua già forte passione per lo sport ciclistico trovò nuova linfa e passione con la conoscenza e l’assidua frequentazione con tecnici dello spessore di Guido Costa, il “mago” della pista di quei tempi, ed Elio Rimedio, commissario tecnico azzurro, storico, dei dilettanti. Bomboni, ben presto, accanto all’attività giornalistica, affiancò quella di organizzatore nell’ambito di manifestazioni di grandissima rilevanza quali il G.P. della Liberazione, il Giro delle Regioni “frequentato” dalle migliori formazioni mondiali del mondo dei “puri”, come all’epoca erano definiti i dilettanti, soprattutto gli squadroni dell’Est Europa, la Primavera Ciclistica, il G.P. delle Nazioni a cronometro e fu tra i promotori del Giro d’Italia delle donne. Impegni che l’hanno visto sempre in prima fila nel G.S. Primavera Ciclistica, con  la sua passione e il suo carattere toscani, sovente il tandem con il collega e amico Gino Sala e confrontandosi, anche animatamente,  pure con il suo conterraneo d’origine e romano d’adozione – proprio come lui -, Franco Mealli, altro personaggio di spessore unico per il ciclismo.

Eventi che, allora, avevano peculiare rilevanza anche sul piano mediatico con dirette televisive e riprese in movimento che si collegavano pure a sentite motivazioni di tipo sociale e impegno civile.

Per la sua attività, oltre a ricoprire la massima carica nell’ambito dell’Associazione internazionale degli organizzatori della categoria dilettanti, ha ricevuto importanti riconoscimenti sportivi.

Una vita di competenza e passione vibrante per il ciclismo per un personaggio che mancherà allo sport delle due ruote, ai suoi amici e alla famiglia.

Tutta la Lega del Ciclismo Professionistico, con la dirigenza e la struttura, esprime la sentita partecipazione al lutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...