Lega del Ciclismo Professionistico


Lascia un commento

Dall’Appennino alle Alpi: la “Ciclismo Cup” si lancia sul Tour of the Alps

ciclismo-cup-loghi


Archiviato il Giro dell’Appennino, la challenge realizzata dalla Lega Ciclismo Professionistico in collaborazione con PMG Sport si appresta ad affrontare l’evento erede del Giro del Trentino (17-21 Aprile) con la Androni e il suo gioiellino Bernal in testa alle classifiche


Milano, 11 aprile 2017 

Le due catene montuose che legano la Penisola, Appennini e Alpi, sono protagoniste nella marcia di avvicinamento alla fase centrale della “Ciclismo Cup”, la challenge realizzata dalla Lega Ciclismo Professionistico in collaborazione con PMG Sport.

Archiviato il Giro dell’Appennino di Domenica 9 Aprile, caratterizzato da numerose asperità e vinto a sorpresa da Danilo Celano, la “Ciclismo Cup” corre veloce verso il Tour of the Alps, la nuova corsa a tappe euro-regionale che ha ereditato la storia e il prestigio del Giro del Trentino, in programma dal 17 al 21 Aprile.

Come i precedenti appuntamenti della “Ciclismo Cup”, il Giro dell’Appennino ha beneficiato di un’eccellente diffusione sia televisiva che attraverso i social media, in particolare sulla pagina Facebook di PMG Sport. Inoltre, un’ampia sintesi della corsa ligure verrà teletrasmessa su RaiSport nella giornata di Mercoledì 12 Aprile.

L’Androni Giocattoli Sidermec e il suo gioiellino Egan Bernal sono i leader delle classifiche a squadre e individuale. La compagine del Team Manager Gianni Savio (203 punti) precede nella graduatoria la Wilier Triestina-Selle Italia (131 punti) e la Nippo-Vini Fantini (129 punti). Un solido margine di vantaggio in vista del Tour of the Alps che vedrà ai nastri di partenza anche 7 squadre World Tour e corridori del calibro di Thibaut Pinot, Rohan Dennis, Geraint Thomas e l’ultimo vincitore del Giro del Trentino, il basco Mikel Landa.

 

 

Ciclismo Cup 2017 – classifica individuale

Ciclismo Cup 2017 – Classifica a squadre

Rivedi il 54^ Trofeo Laigueglia


Ufficio Stampa Ciclismo Cup 2017logo-vitessePhone +39 0658334211
E-mail vitesse@vitesseonline.it
Website www.vitesseonline.it

 


 


Lascia un commento

Così la Ciclismo Cup scopre un pubblico tutto nuovo

ciclismo-cup-loghi
Archiviata la Settimana Internazionale Coppi e Bartali, il format produttivo realizzato da Lega Ciclismo Professionistico e PMG Sport rivela un deciso spostamento dell’audience verso i più giovani

Il podio finale della Settimana Internazionale Coppi e Bartali: Lilian CALMEJANE, Toms SKUJINS, Jaime ROSON GARCIA

La “Ciclismo Cup” ha superato a pieni voti anche l’esame della prima corsa a tappe. Dopo le prime tre gare di un giorno, andate in scena rispettivamente a Donoratico, Laigueglia e Larciano, la nuova challenge realizzata dalla Lega Ciclismo Professionistico in collaborazione con PMG Sport, che ne detiene i diritti e cura la produzione e la distribuzione televisiva, ha affrontato la Settimana Internazionale Coppi e Bartali, da Giovedì 23 a Domenica 26 Marzo, organizzata dal G.S. Emilia di Adriano Amici e vinta dal promettente scalatore transalpino Lilian Calmejane della Direct Energie.

Oltre alla diffusione televisiva della gara in Italia su Rai Sport e Bike Channel, e su numerose emittenti straniere, gli appassionati hanno avuto modo di fruire dell’evento anche su numerosi portali importanti a livello nazionale e internazionale. La “Coppi e Bartali”, così come i precedenti appuntamenti della Ciclismo Cup, ha inoltre beneficiato di un’eccellente diffusione attraverso i social media, in particolare su Facebook (sulle piattaforme www.pmgsport.it e FB pmgsport).

Più ancora del dato complessivo (oltre 71 mila appassionati hanno seguito l’evento via Facebook) emerge il fatto che oltre il 50% di questo nuovo pubblico sia al di sotto dei 40 anni, un dato che sovverte alcuni obsoleti luoghi comuni secondo i quali questo sport sarebbe seguito soprattutto da persone in età.

Sicuramente il nuovo modello di produzione televisiva meglio intercetta le preferenze di un pubblico più giovane vista l’attenzione riservata agli atleti, al pubblico, agli elementi di colore che animano gli eventi. Tuttavia è evidente come la veicolazione dei contenuti (oltre 50 servizi giornalistici e video sono stati diffusi durante i quattro giorni di gara) attraverso il web e i social faciliti notevolmente l’incontro con questi nuovi target.

Francesco Gavazzi dell’Androni-Sidermec si conferma leader della Classifica Individuale della challenge. La stessa Androni del Team Manager Gianni Savio è balzata al comando anche della graduatoria a squadre, candidandosi di prepotenza per l’obiettivo più ambito del circuito, l’assegnazione della wild card per l’edizione 2018 del Giro d’Italia.

Il prossimo appuntamento della Ciclismo Cup sarà il Giro dell’Appennino in programma Domenica 9 Aprile, seguito dall’attesissimo battesimo del Tour of the Alps (17-21 Aprile), il nuovo evento ciclistico euro-regionale che ha raccolto l’eredità del Giro del Trentino.

 

 

Ciclismo Cup: classifica a squadre

Ciclismo Cup: classifica individuale

Regolamento Ciclismo Cup 2017

 

 

Ufficio Stampa Ciclismo Cup 2017

Phone +39 0658334211
E-mail vitesse@vitesseonline.it
Website www.vitesseonline.it


Lascia un commento

Alla “Ciclismo Cup” le gare non durano un giorno solo

ciclismo-cup-loghi


Anche Laigueglia è stato un successo per il format TV realizzato da PMG Sport e Lega Ciclismo Professionistico: il servizio “on demand”, aggiunto alla diretta, consente a tutti di godersi lo spettacolo

felline-laigueglia-2017

Foto: Fabio Felline (Trek-Segafredo) si aggiudica per distacco il Trofeo Laigueglia, seconda prova della Ciclismo Cup 2017, che ha corso indossando la maglia della nazionale italiana – (Credits: Bettini Photo, utilizzo gratuito consentito con credits)


Milano, 13 febbraio 2017 Anche il secondo appuntamento della “Ciclismo Cup”, il circuito di gare italiane promosso dalla Lega Ciclismo Professionistico e prodotto da PMG Sport, lascia una scia di soddisfazione dietro di sé. Il Trofeo Laigueglia, organizzato dal Comune di Laigueglia con la consulenza tecnica del GS Emilia, si è disputato domenica 12 febbraio con una cornice davvero importante di pubblico sceso in Riviera per non mancare la prima classica della stagione italiana. Ma lo spettacolo se lo sono goduto anche gli spettatori che hanno seguito in TV o sul web la corsa vinta da Fabio Felline, autore di un bell’assolo con la maglia della nazionale italiana.

Il risultato ha ovviamente movimentato la classifica della “Ciclismo Cup” che dopo due prove vede in testa il gruppo sportivo UAE Abu Dhabi per quanto riguarda la graduatoria a squadre, mentre quella individuale è guidata da Fabio Felline. L’appuntamento successivo è ora quello di domenica 5 marzo con la quarantesima edizione del G.P. Industria e Artigianato a Larciano, che sarà anche la prima delle undici giornate di gara in diretta prodotte da PMG Sport.

Anche in occasione del Trofeo Laigueglia il format proposto dall’azienda reggiana si è dimostrato coinvolgente e ricco di spunti interessanti per gli appassionati, che oltre alla trasmissione proposta il giorno della gara hanno la possibilità di godersi la corsa anche nei giorni successivi, sulle medesime piattaforme web, beneficiando del servizio “on demand”.  “Il pubblico sta prendendo rapidamente confidenza con il nostro prodotto televisivo e dimostra di apprezzarlo – dicono da PMG Sport – proprio per questo è importante che tutte le piattaforme sulle quali trasmettiamo abbiano dato disponibilità per offrire questo servizio aggiuntivo”.

Che il “prodotto ciclismo” realizzato da PMG Sport con la Lega stia funzionando lo dicono i numeri meglio di ogni cosa: il Trofeo Laigueglia ha fatto registrare un incremento di pubblico (TV e web) del 30% rispetto al primo evento.

Ciclismo Cup 2017 – classifica individuale

Ciclismo Cup 2017 – Classifica a squadre

Rivedi il 54^ Trofeo Laigueglia


Ufficio Stampa Ciclismo Cup 2017logo-vitessePhone +39 0658334211
E-mail vitesse@vitesseonline.it
Website www.vitesseonline.it

 


 


Lascia un commento

TOUR OF THE ALPS. Presentato il “nuovo Trentino” che si apre a Tirolo e Alto Adige.

Cinque tappe, si parte lunedì 17 aprile

percorso-tour-of-the-alps

Questa mattina a Milano presso la Sala Buzzati è stato svelato il Tour of the Alps 2017: 5 tappe dal 17 al 21 aprile per un totale di 831 km. Il percorso propone 10 GPM ufficiali più tante altre salite per un totale di 15.600 mt di dislivello. Una gara che eredita i 40 anni di esperienza del Giro del Trentino e con il lavoro del general manager Maurizio Evangelista e del suo staff si propone di diventare un evento altrettanto e ancor più prestigioso nel calendario internazionale.

Due i cardini su cui ha preso forma la manifestazione: la valorizzazione del territorio e la spettacolarità delle tappe, con quella breve che presenta l’Alpe di Rodengo davvero da non perdere. Già assicurata la partecipazione di 6 squadre World Tour che potrebbero aumentare a 7, attesi un totale di 18 team. Sarà al via il vincitore uscente Mikel Landa con la sua Sky.

 

«Quella lasciata dal Giro del Trentino – si legge nella brochure ufficiale – è un’eredità importante, fatta di passione e competenza, che ha consentito negli anni di costruire un evento amato dagli atleti e dagli sportivi, precorrendo il concetto di marketing territoriale. Una gara ciclistica è difatti lo strumento ideale per valorizzare le bellezze dei luoghi e portare a conoscenza di un pubblico enorme il fascino creato dall’ambiente circostante, dalla qualità dei servizi e dell’ospitalità. Fedele a questa tradizione, il Tour of the Alps si annuncia fin d’ora, anche dal punto di vista televisivo, come uno spettacolo che va oltre l’attrazione di una gara professionistica di alto livello».

Micael Landa-vincitore dell'edizione 2016 - Bettini

Micael Landa-vincitore dell’edizione 2016 – Bettini

E ancora: «La nascita della prima competizione ciclistica dell’Egregio è carica di significati non solo sportivi e unisce tre destinazioni fermamente intenzionate a promuoversi come un sistema turistico accomunato dal profondo legame con la bicicletta».

Pier Bergonzi, vicedirettore della Gazzetta dello Sport, media partner dell’evento ha dato il benvenuto ai presenti: «Siamo davvero felici di ospitare in questo luogo importante per il nostro giornale il battesimo di questa corsa, che storicamente rappresenta l’ultimo step prima del Giro d’Italia e scopre salite che poi vengono attraversate dalla corsa rosa».

Michele Dallapiccola, assessore al turismo Trentino, ha illustrato l’ampliamento del progetto: «Abbiamo voluto promuovere lo spirito transnazionale del nostro territorio e dello sport, che supera i confini e unisce le persone. L’Euregio comprende Tirol, Sudtirol e Trentino, zone splendide che vi invito a visitare».

Sono intervenuti inoltre il Ceo di Trentino Marketing Maurizio Rossini, il Direttore Tirol Werbung Josef Margreiter e il Direttore di IDM Alto Adige Marco Pappalardo così come il presidente della FCI Renato Di Rocco e il presidente della Lega Ciclismo Professionistico Enzo Ghigo che hanno applaudito il lavoro del Gruppo Sportivo Alto Garda presieduto da Giacomo Santini e valorizzato la forza della bicicletta come mezzo di promozione turistica ed ecologica.

tour-of-the-alps

Il percorso è stato infine promosso tecnicamente da Claudio Corti, vincitore dell’edizione 1987, da Roberto Damiani, direttore sportivo del Team Tirol, e dal CT della Nazionale Italiana Davide Cassani.

TV – Ogni tappa della corsa sarà seguita dalla tv con una produzione quotidiana prevista di un’ora e mezza.

LE TAPPE

Lunedì 17 aprile – 1a tappa
Kufstein – Innsbruck/Hungerburg km 142,3
dislivello 2075 m – difficoltà **

Martedì 18 aprile – 2a tappa
Innsbruck – Innervillgraten km 181,3
dislivello 2539 m – difficoltà **

Mercoledì 19 aprile – 3a tappa
Villabassa/Niederdorf – Funes/Villnoss km 143,1
dislivello 2075 m – difficoltà ****

Giovedì 20 aprile – 4a tappa
Bolzano/Bozen – Cles km 165,3
dislivello 3459 m – difficoltà ***

Venerdì 21 aprile – 5a tappa
Smarano – Trento km 199,6
dislivello 3759 m – difficoltà ****

da tuttobiciweb.it – Giulia De Maio

filmato Giro del Trentino 2016


Lascia un commento

Ciclismo Cup 2017

Parte domenica 5 febbraio il circuito organizzato dalla Lega Ciclismo Professionistico. PMG Sport ne ha acquisito i diritti per la produzione e commercializzazione, garantendo la copertura delle 23 giornate di gare (di cui undici in diretta) in tutto il mondo, su piattaforme tv e digitali

Milano, 1 febbraio 2017     E’ una grande sfida quella che PMG – società specializzata nella produzione di format multimediali live e on-demand – sta per lanciare in forza dell’accordo sottoscritto con la Lega Ciclismo Professionistico. Un ricco calendario di eventi professionistici italiani, a cominciare dal G.P. Costa degli Etruschi di domenica 5 febbraio a Donoratico, sarà prodotto e distribuito in Italia e all’estero per complessive 23 giornate di gara, 11 delle quali verranno diffuse in diretta e le rimanenti 12 in differita.

Giro dell'Emilia 2016 - Bologna - Bologna - 213 km - 24/09/2016 - Johan Esteban Chaves (Orica GreenEDGE) - foto RobertoBettini/BettiniPhoto©2016

Giro dell’Emilia 2016 – Johan Esteban Chaves (Orica GreenEDGE) – foto RobertoBettini/BettiniPhoto©

PMG ha acquisito dalla Lega Ciclismo Professionistico per gli anni 2017-2018-2019 i diritti per la produzione e la commercializzazione, su tutte le piattaforme televisive e web, delle gare della Ciclismo Cup 2017, la nuova denominazione attribuita alla pre-esistente Coppa Italia, che include una classifica individuale a punti ed una per squadre che assegna alla vincitrice l’invito da parte di RCS Sport al Giro d’Italia della stagione successiva.

“Sono molto soddisfatto – spiega Enzo Ghigo, Presidente della Lega Ciclismo Professionistico – perché tramite questo rinnovato progetto, la Lega è riuscita a compattare, rivitalizzare e dare una prospettiva importante al ciclismo storico, al di fuori delle gare RCS. L’autoproduzione consente di accedere al pubblico tradizionale del ciclismo, quello radio-televisivo, ma anche a una nuova e importante platea mediatica che usa i moderni mezzi di comunicazione. Il nostro approccio a questa operazione è stato: tradizione e innovazione. Sono certo che i partner commerciali comprenderanno e sapranno mettere a frutto questo sforzo enorme di rinnovamento, in termini di promozione e comunicazione, che ha unito Lega, Federazione, Organizzatori e importanti realtà produttive del nostro Paese”.

Nizzolo-Coppa Bernocchi 2016

Nizzolo-Coppa Bernocchi 2016

L’accordo vuole valorizzare il ruolo degli organizzatori che con costanza e passione portano avanti il proprio impegno per garantire al ciclismo italiano competizioni di valore assoluto. L’obiettivo di PMG è infatti quello di realizzare un format che sappia raccontare in modo nuovo le corse, attraverso uno sguardo più vicino alla gara e ai suoi protagonisti. “Il ciclismo è oggi uno sport amato e praticato da milioni di persone nel nostro paese, vogliamo portarlo il più vicino possibile agli appassionati attraverso l’utilizzo di ogni tipo di device”, spiega Roberto Ruini, fondatore di PMG.

Le novità riguardano sia la fase produttiva che quella distributiva. La scelta editoriale di PMG, rispetto al format televisivo messo in campo, mira a fornire allo spettatore – sia nelle trasmissioni live che in quelle in differita – un racconto più coinvolgente, portando lo spettatore nel vivo del gruppo, potenziando l’infografica, valorizzando nella giusta misura sia i protagonisti che il territorio nel quale le gare hanno svolgimento.

Strade Bianche 2016 - photo Antonella Albani

photo Antonella Albani

Dal punto di vista distributivo, PMG in collaborazione con Oneplayer ha fatto in modo che tutte le quindici manifestazioni previste nel programma possano avere visibilità in Italia e all’estero, creando in particolare per gli eventi trasmessi in diretta un bacino potenziale di telespettatori davvero importante in Europa e negli altri continenti. Ma la grande novità riguarda anche il web, con l’inserimento degli eventi sui maggiori portali di informazione (sia con lo streaming live, sia con approfondimenti tematici) oltre alla forte veicolazione che verrà effettuata sui canali social.

GP Larciano 2016 photo Antonella Albani

GP Larciano 2016 photo Antonella Albani

In uno scenario che vede gli sport più popolari credere con forza alla potenzialità dei contenuti live diffusi in streaming (anche la NBA e il calcio hanno da tempo imboccato questa strada), PMG porta il ciclismo ad affrontare una nuova esperienza che ne possa valorizzare a pieno la spettacolarità. “Non è vero che il nostro ciclismo è in crisi perché siamo ancora la prima realtà mondiale nel professionismo, come numero e qualità degli atleti e dello staff. Ci auguriamo che questo meccanismo virtuoso della Ciclismo Cup, con tante dirette e differite di qualità, possa attrarre investimenti in squadre italiane, catalizzando e rendendo disponibili risorse che oggi si concentrano altrove”, soggiunge Enzo Ghigo.

Le gare del calendario 2017 sono: G.P. Costa degli Etruschi (5 febbraio), Trofeo Laigueglia (12 febbraio), G.P. Industria e Artigianato (5 marzo), Settimana Internazionale Coppi&Bartali (23-26 marzo), Giro dell’Appennino (9 aprile), Tour of the Alps (ex Giro del Trentino, 17-21 aprile), Trofeo Matteotti (16 luglio), Coppa Agostoni (13 settembre), Coppa Bernocchi (14 settembre), Memorial Marco Pantani (16 settembre), Giro di Toscana (26-27 settembre), Coppa Sabatini (28 settembre), Giro dell’Emilia (30 settembre), G.P. Beghelli (1 ottobre), Tre Valli Varesine (3 ottobre).

Giro della Toscana 2016 - Memorial Alfredo Martini - 1a tappa Arezzo - Montecatini Terme 174 km - 20/09/2016 - Giovanni Visconti (Movistar) - Sonny Colbrelli (Bardiani - CSF) - foto Luca Bettini/BettiniPhoto©2016

Giro della Toscana 2016 – – Giovanni Visconti (Movistar) – foto Luca Bettini/BettiniPhoto©

Le gare saranno trasmesse in tv in Italia da Raisport e Bike Channel. Tra i principali broadcater esteri ci sono l’Equipe in Francia, TV2 in Danimarca, Bike Channel in UK, Eleven Sport Channel in Belgio, Polonia, Singapore, Taiwan e Ucraina ed Econet in Africa, oltre che Eurovisione per gli highlights delle gare live. Sulle piattaforme digitali, la Ciclismo Cup sarà totalmente coperta da Repubblica.it in Italia, Cycling.tv in Usa, Canada e Australia, oltre che sulle piattaforme di PMG (www.pmgsport.it  e su FB: @PMGLiveSport).

Sono ancora aperte le trattative con altri importanti broadcaster e operatori digitali italiani ed esteri.

 


Lascia un commento

Dal 24 al 27 ottobre si svolgerà SPORTEL, la fiera internazionale dei diritti sportivi a Montecarlo. Il ciclismo italiano si mette in mostra.

logo-sportel-sm16

Si svolge ogni anno a Montecarlo la più importante fiera internazionale dei diritti sportivi che vedrà riuniti 994 operatori di 75 paesi. Da quest’anno anche la Lega e il ciclismo che rappresenta si metterà in mostra con lo scopo di  aumentare la diffusione televisiva delle gare italiane. Grande importanza verrà riservata anche ai nuovi media, web-tv, social, internet…che sono in grado di allargare il bacino di utenza e avvicinare categorie per le quali la semplice fruizione televisiva tradizionale non è efficace.

Già nel 2016 sono state avviate in questo senso le importanti sperimentazioni di Giro del Trentino e Tre Valli Varesine. Queste gare, oltre all’importante partnership sul territorio italiano curata da RAI, hanno anche potuto essere viste in diretta all’estero grazie a Eurosport  e Eurosport Asia (per la Tre Valli Varesine) e  Equipe 21, EBU Eurovisione, TV2 Danese, Eleven Sports, Bike Channel UK, Fox Sports, ESPN latin America, Laola TV, Cycling.tv (per il Giro del Trentino).

L’obiettivo della Lega Ciclismo  è quello di mantenere intatto il valore storico e tecnico del nostro movimento, grazie a una diffusione ampia e ben veicolata da operatori internazionali, con il valore aggiunto della valorizzazione del territorio, nel quale si svolgono le gare. Il nostro è infatti uno dei pochi sport che si svolge al di fuori di stadi, arene e palazzetti e può mostrare, mentre segue le azioni degli atleti, le bellezze artistiche e paesaggistiche dell’Italia, paese di forte vocazione turistica.

sportel

 


Lascia un commento

MEETING DI FORMAZIONE-AGGIORNAMENTO: IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Reso noto il programma del 2° Meeting di Formazione-Aggiornamento Atleti FCI, in programma mercoledì 25 novembre, presso l’Hotel Valentini&Porro a Salsomaggiore Terme.

Mancano poche ore alla giornata di formazione-aggiornamento che coinvolgerà Neoprofessionisti (a partire dal mattino), Professionisti, Donne Elite e Atleti Continental (a partire dal pomeriggio): intenso e ricco di spunti il calendario degli interventi.

Spiccano, tra gli altri, le presenze di Davide Cassani, commissario tecnico della Nazionale italiana maschile di ciclismo su strada, nonché di Vanda Wallace-Jones e Justin Lessard, che relazioneranno sul sistema antidoping e sulla Wada. Ospite d’eccezione sarà il celebre Linus, deejay di fama nazionale e internazionale.

LINK DOWNLOAD, formato PDFPROGRAMMA FORMAZIONE ATLETI 2015

LOGHI

2° MEETING DI FORMAZIONE –AGGIORNAMENTO ATLETI FCI

Mercoledì 25 novembre 2015
HOTEL VALENTINI &PORRO – Salsomaggiore Terme, viale Porro

SEGRETERIA e ACCREDITI -PER TUTTE LE CATEGORIE
Sala OTELLO-Hotel Valentini
Dalle ore 9,00 alle 9,30 – NEOPROFESSIONISTI
Dalle ore 13,30 alle 14,00 – PROFESSIONISTI E DONNE ELITE

 

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

NEOPROFESSIONISTI (sala VERDI – Hotel Valentini)

ore 9,30 APERTURA LAVORI E SALUTI

ore 10,00 ASSOCIAZIONI, PREMI, ASSICURAZIONI, BUSTE PAGA, CONTRATTI
Stefano Piccolo e Simone Cantù

ore 11,00 IL SISTEMA WADA
Vanda Wallace-Jones e Justin Lessard

ore 12,00 LA NAZIONALE FCI ED I PROGRAMMI. IL SISTEMA DI FORMAZIONE NELLA FCI
Davide Cassani e Relatore Centro Studi

ore 12,30-13,30 BUFFET

ore 14,00 SALUTO A TUTTI I PARTECIPANTI (Sala Verdi –Hotel Valentini)
Presidente FCI –Renato Di Rocco
D.T.Nazionali FCI –Davide Cassani
Presidente ACCPI –Cristian Salvato
Ospite speciale –Linus – Radio Deejay

 

NEOPROFESSIONISTI, PROFESSIONISTI, CONTINENTAL
(sala VERDI – Hotel Valentini)

ore 14,15 RIFORMA 2017, CONDIZIONI METEO, PROGETTI
Cristian Salvato e Stefano Piccolo

ore 15,00 CONTROLLI IN COMPETIZIONE, CONTROLLI FUORI COMPETIZIONE, CONTROLLI RETROATTIVI
Vanda Wallace-Jones e Justin Lessard

ore 15,45 SICUREZZA / MULTE
Antonio Pagliara

ore 16,15 REGOLAMENTI E NOZIONI PER LA FIGURA ASTC
Roberto Bertolo

ore 18,15 CHIUSURA LAVORI

 

 DONNE ELITE (sala LIBERTY-Hotel Porro)

ore 14,15 REGOLAMENTI E NOZIONI PER LA FIGURA ASTC
Roberto Bertolo

ore 16,15 L’ATLETA 3.0: OBIETTIVI, CONCENTRAZIONE, COMUNICAZIONE
Elisabetta Borgia

ore 17,00 PROGETTO RANKING (ACCPI-FCI), PROGETTO ACCORDO COLLETTIVO DILETTANTI, ASSICURAZIONI
Alessandra Cappellotto e Simone Cantù

ore 18,15 CHIUSURA LAVORI

 

 


Lascia un commento

Corso di Formazione-Aggiornamento a Salsomaggiore, mercoledì 25 novembre: tutti ai nastri di partenza

Il Centro Studi Federale, in collaborazione con l’ACCPI e la Lega del Ciclismo Professionistico, organizza per mercoledì 25 novembre, a Salsomaggiore Terme (PR), un CORSO DI FORMAZIONE-AGGIORNAMENTO per atleti neoprofessionisti, professionisti e donne elite; sono invitati anche gli atleti di categoria continental.
I lavori si svolgeranno dalle ore 9.30 alle ore 18.30 circa: durante la mattinata saranno protagonisti gli atleti neoprofessionisti, che ascolteranno gli interventi, tra gli altri, del Commissario Tecnico della Nazionale Italiana professionisti di ciclismo su strada, Davide Cassani, e della responsabile Controlli Fuori Competizione Cycling Anti-Doping Foundation (CADF) e UCI, prof.ssa Vanda Wallace-Jones.
Nel pomeriggio, il corso di formazione vedrà l’ulteriore partecipazione degli atleti professionisti e donne elite: si tratta di un evento molto significativo nel panorama degli incontri di formazione, l’incipit di una stagione che tutti ci auguriamo possa essere esaltante e ricca di soddisfazione per i nostri atleti. La grande novità del corso di formazione in programma è il riconoscimento dell’abilitazione alla guida di autovetture in corsa (categoria ASTC) ai soggetti frequentanti il corso.
Il programma definitivo verrà reso ufficiale nei prossimi giorni, con il dettaglio di tutti i relatori e degli orari dei rispettivi interventi.

All’entusiasmo delle matricole del professionismo si uniranno quindi atleti professionisti, donne elite e atleti continental per una giornata dedicata alla formazione e alla crescita professionale di tutti i ciclisti partecipanti. Il corso rappresenterà inoltre un utile momento di incontro e di discussione in vista della nuova stagione e delle problematiche riguardanti la sicurezza in corsa, le nuove normative sulle radiocomunicazioni e la riforma dell’UCI.

Platea


Lascia un commento

Professionismo e dilettantismo nel mondo dello sport: storia di una riforma della legge 91 necessaria. La commissione per la riforma presieduta da Vincenzo Scotti, allora Presidente della Legaciclismo, aveva individuato soluzioni praticabili e condivise, per non penalizzare gli sportivi e le società. Il grido d’allarme di Valentina Vezzali ora scuote il CONI.

Professionisti o dilettanti? Wired indaga lo strano caso del professionismo nel mondo dello sport
Calcio, basket, golf e ciclismo, sono solo queste a oggi le discipline sportive professionistiche in Italia (tra l’altro tutte maschili). Come mai? Troppi oneri fiscali?

È questo il caso indagato nell’articolo del 22 settembre scorso da Wired. (leggi l’articolo di wired

Sarebbero quindi pochissimi gli atleti (uomini e donne) tutelati dalla legge 91, che ormai appare obsoleta e inadeguata. Il problema è stato sollevato dalla deputata e atleta Valentina Vezzali, in difesa delle atlete donne, e già lo scorso anno Vincenzo Scotti, Presidente della Lega Ciclismo e Presidente Link Campus University aveva inviato a questo proposito una lettera al Presidente del CONI Giovanni Malagò.(leggi la lettera)

Il CONI si sta impegnando molto in questa direzione, il Presidente Malagò, in un’intervista a Tiscali dichiara “È assurdo che campionesse come la Vezzali e la Pellegrini siano discriminate, ma il problema non sono loro. Ci sono anche atleti uomini, che giocano a pallavolo ai massimi livelli e si allenano tutti i giorni, che non sono professionisti“.

Al fine di superare la legge dell’81, il comitato olimpico nazionale ha creato una commissione di riforma coordinata dall’avvocato Pierluigi Matera (Presidente della Scuola Postgraduate e Programme Leader del Corso di Laurea in Giurisprudenza di Link Campus University nonchè viceprocuratore del CONI) che ha cercato di mettere insieme gli interessi delle varie federazioni e ha presentato una bozza al governo.

Lo scopo è quello di portare alla luce le situazioni di professionismo de facto (ma non formali), per tutelare i diritti degli atleti. Per rendere possibile tutto ciò, inoltre, vengono ipotizzati sgravi fiscali e la restituzione di una parte dei contributi previdenziali versati dalle società, secondo una ricerca realizzata dalla stessa commissione del Coni, infatti, lo sport è un settore che dà all’Inps tre volte quello che ne riceve.

leggi l’articolo di Wired