La Uae Team Emirates è campione d’Italia: il bilancio della Ciclismo Cup 2020

Con il rinvio del Giro di Sardegna al febbraio 2021, è giunta alla conclusione la Ciclismo Cup 2020. Una stagione complessa, dettata dallo stop imposto dalla pandemia in atto, cominciata a febbraio e poi ripartita in massima sicurezza lo scorso agosto. La challenge organizzata dalla Lega del Ciclismo Professionistico era iniziata con il 57° Trofeo Laigueglia, vinto da Giulio Ciccone lo scorso 16 febbraio ed è terminata il 20 settembre con l’edizione numero 81 del Giro dell’Appennino, segnato dal successo del britannico Hayter.

Considerati anche i Campionati Nazionali a cronometro e in linea disputati in Veneto, sono state in tutto dodici le prove dell’edizione di quest’anno, che a lungo andare hanno rispecchiato i valori emersi sulla strada visto che la Uae Team Emirates, nuova formazione campione d’Italia 2020 con 482 punti totali, si è imposta al Trofeo Matteotti con Valerio Conti, al Giro della Toscana con Fernando Gaviria e ha lanciato al successo della classifica individuale Diego Ulissi, primo con 191 punti. E tra le altre cose la squadra emiratina fuori dai confini nazionali ha conquistato il Tour de France grazie al talentuoso Tadej Pogacar. Tra gli appuntamenti della Ciclismo Cup 2020 l’Italia ha trovato gloria al Trofeo Laigueglia (Giulio Ciccone), al Memorial Pantani (Felline) e al campionato nazionale ha messo in vetrina due pezzi da novanta come Giacomo Nizzolo (anche campione europeo) e Filippo Ganna, campione del mondo a cronometro a Imola e prima maglia rosa al Giro d’Italia in corso.

Le squadre Professional del nostro panorama si sono fatte valere, non è stato facile riuscirci soprattutto per via di un calendario estremamente compresso e per la massiccia presenza di squadre World Tour convogliate sulle strade italiane per preparare i grandi giri, le classiche del nord e l’esemplare mondiale organizzato a Imola in sole tre settimane. I campioni uscenti dell’Androni Giocattoli-Sidermec hanno chiuso in seconda posizione e in virtù di questo piazzamento possono sperare in una wild card che garantirebbe loro la partecipazione al Giro d’Italia 2021. Soprattutto alla luce del rinnovato regolamento UCI, che ai grandi giri impone l’invito di almeno una squadra nazionale. Questa grande prova di forza e resistenza del ciclismo italiano, di fronte a una stagione complicata, è di buon auspicio per un’immediata ripartenza all’inizio del 2021, con la necessità di mandare in scena un calendario completo, in grado di contare anche su quelle corse annullate nel corso di quest’annata difficile.

Logo ciclismo cup

Classifica a Squadre Finale

1) Uae Team Emirates 482

2) Androni Giocattoli-Sidermec 304

3) Vini Zabù-Ktm 235

4) Trek-Segafredo 179

5) Bardiani-Csf-Faizanè 148

Logo ciclismo cup

Classifica Individuale Finale

ULISSI Diego Uae Team 191
BAGIOLI Andrea Deceuninck-Quick Step 128 
MOSCA Jacopo Trek Segafredo 125

Logo ciclismo cup

Classifica Giovani (Under 25) Finale°

BAGIOLI Andrea Deceuninck-Quick Step 128 
CONCI Nicola Trek Segafredo 78
VELASCO Simone 70

° nati dal 1° gennaio 1995 in poi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...