Colpo di Trentin al Trofeo Matteotti: le immagini

La Nazionale chiama, Matteo Trentin risponde. C’era bisogno di un segnale importante in vista dei Mondiali dello Yorkshire, che si sono aperti oggi con la staffetta a squadre miste, e il capitano azzurro lo ha mandato conquistando il 72° Trofeo Matteotti. Al termine di un’azione lunga 157 km e condotta assieme ad altri quattro compagni di fuga, Trentin ha vinto in volata su Andrey Amador e Daniel Savini, confermando il grande stato di forma che ha evidenziato durante tutta la stagione. Un anno in cui, oltre al Matteotti, ha ottenuto tanti successi di tappa, su tutti quello bellissimo di Gap durante il Tour de France.

“Il significato numero uno è che ho vinto – ha commentato con una risata Trentin, a fine gara -. L’obiettivo di oggi era testare le gambe verso la settimana prossima ed è andata più che bene. Ci sono molti pretendenti per il Mondiale: ho visto personalmente Mathieu Van Der Poel, ma in Canada sono emersi diversi corridori che vanno forte. Penso che questo successo dia morale a tutto il gruppo azzurro: oggi c’è stato un grande Matteo Fabbro in fuga con me. Anche per questo arrivano le vittorie, perché si lavora come in una squadra di club”.

È partita da lontano l’azione del capitano azzurro, scattato dopo 38 km assieme a Fabbro, Savini, Amador e Fabien Doubey. I cinque, in fuga per il resto della corsa, non sono più stati ripresi dagli inseguitori, che hanno accumulato fino a 4’30” di svantaggio sulle strade di Pescara e Montesilvano. Al km 130 Savini è caduto, riuscendo però a rialzarsi subito, riportandosi sui fuggitivi. Dagli inseguitori sono partite diverse azioni, tra cui quelle di Simone Velasco e Francesco Gavazzi, ma gli attaccanti sono sempre stati riassorbiti dal gruppo, in una situazione che ha finito per avvantaggiare i cinque in testa alla corsa. Alla fine ci ha provato anche il campione italiano, Davide Formolo, ma il tratto pianeggiante conclusivo non era terreno adatto per un recupero e la fuga ha avuto successo, con la vittoria di Trentin.

Oltre ai buoni segnali del capitano azzurro, e a quelli dello stesso Formolo, altri indicazioni positive in vista del mondiale sono arrivate da Alberto Bettiol e Sonny Colbrelli, settimo e ottavo. Dopo aver ristretto da 16 a 10 l’elenco dei precovonvocati per il Mondiale, il commissario tecnico, Davide Cassani, ha annunciato che una delle due riserve per il Mondiale sarà Kristian Sbaragli. Tra oggi e domani, il ct comunicherà anche il secondo nome. Questi i 10 azzurri selezionati per la rassegna: Alberto Bettiol, Davide Cimolai, Kristian Sbaragli, Sonny Colbrelli, Davide Formolo, Gianni Moscon, Salvatore Puccio, Matteo Trentin, Diego Ulissi e Giovanni Visconti.

La Ciclismo Cup 2019 riprenderà, dopo una pausa di due settimane, sabato 5 ottobre con il Giro dell’Emilia (in diretta su PMGSport). A breve su questo portale verranno rese note le nuove classifiche aggiornate, a squadre e individuali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...