La sfida totale dell’Adriatica Ionica

Storia e cultura. Tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, dal 24 al 28 Luglio, cinque tappe per corridori completi, ognuna con una particolare caratterizzazione. E’ questo il filo conduttore della Adriatica Ionica Race (AIRace), l’evento ciclistico a tappe voluto e organizzato dall’ex Campione del Mondo Moreno Argentin, giunto alla seconda edizione.

Una manifestazione che si pone l’obiettivo di unire popoli e tradizioni, arrivando fino ai Balcani e alla Grecia, sulla rotta fra Venezia e Atene. In attesa di varcare i confini nazionali nei prossimi anni, l’edizione 2019 della Adriatica Ionica Race offrirà giornate di grande ciclismo fra Veneto e Friuli Venezia Giulia, sui territori della Serenissima, la storica Repubblica di Venezia, esaltando i magnifici territori attraversati.

Si parte Mercoledì 24 Luglio da Mestre: saranno le ruote veloci a giocarsi la vittoria di tappa e la prima maglia di leader su un circuito pianeggiante di 2,7 Km da ripetere 30 volte. La frazione prevede, inoltre, abbuoni ogni cinque passaggi: chi vorrà vestire il simbolo del primato dovrà essere protagonista dal primo all’ultimo chilometro.

Dopo gli sprint, ecco la “Tappa degli Sterrati” di Giovedì 25 Luglio (Venezia, Favaro Veneto – Grado, 189 Km). Sei i settori di sterrato in programma: sole e polvere, oppure pioggia e fango, di certo sarà una tappa esigente che cambierà volto alla Classifica Generale. Graduatoria che uscirà poi rivoluzionata dalla “Tappa Dolomitica dell’UNESCO” di Venerdì 26 Luglio. Partenza da Palmanova e arrivo, dopo 204,6 Km, ai 1756 m. del Lago di Misurina, all’ombra delle Tre Cime di Lavaredo. Quattro passi dolomitici che chiamano gli scalatori e traguardo posto in uno dei luoghi più incantevoli di tutto l’arco alpino, riconosciuto come patrimonio mondiale dell’umanità.

Sabato 27 Luglio, le lunghe salite lasceranno spazio ai Muri del Collio Goriziano nella quarta frazione (Padola – Cormons, Monte Quarin, 204,5 Km), una giornata per atleti esplosivi, che promette di lasciare il segno, in vista del gran finale di Domenica 28 Luglio a Trieste. Nella quinta e ultima tappa di 133,5 Km con partenza da Cormons, sarà duello fra velocisti e attaccanti. Il degno atto conclusivo di una corsa che richiede resistenza e polivalenza, e che promette di essere incerta fino all’ultimo passaggio sullo strappo cittadino di Trieste, la salita che decreterà il vincitore della Adriatica Ionica Race 2019.

LE TAPPE DELLA ADRIATICA IONICA RACE 2019

Mercoledì 24 Luglio Tappa 1: Mestre – Mestre, 81 Km.
Giovedì 25 Luglio Tappa 2: Venezia (Favaro Veneto) – Grado, 189 Km.
Venerdì 26 Luglio Tappa 3: Palmanova – Lago di Misurina/Tre Cime di Lavaredo, 204,6 Km.
Sabato 27 Luglio Tappa 4: Padola – Cormòns/Monte Quarin, 204,5 Km.
Domenica 28 Luglio Tappa 5: Cormòns – Trieste, 133,5 Km.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...