La guida completa alla Milano-Sanremo 2019

Da Milano a Sanremo per entrare nella storia. Si corre sabato 23 marzo l’edizione n° 110 della Milano-Sanremo, che vedrà al via molti campioni del pedale a partire dal vincitore della passata edizione, Vincenzo Nibali. Tra i nomi di spicco il Campione del Mondo su Strada UCI, Alejandro Valverde, i vincitori delle passate edizioni Arnaud Demare (2016), John Degenkolb (2015), Alexander Kristoff (2014) con il compagno di squadra Fernando Gaviria, Julian Alaphilippe ed il compagno di squadra Elia Viviani, Peter Sagan, il Campione Olimpico Greg Van Avermaet solo per nominarne alcuni.

110ª MILANO SANREMO
classe: 1.UWT Milano (MI) – ITA Sanremo (IM) – ITA
da: sabato 23 Marzo 2019a: sabato 23 Marzo 2019
Organizzazione: RCS Sport SpA
Direttore Generale:  VEGNI Mauro
Direzione: ALLOCCHIO Stefano –
BABINI Raffaele
GUIDA TECNICA
Clicca qui per tutti i dettagliTraccia GPS (gpx, kml)
Approvata il : 29/01/2019 –
Rappresentante C.T. : Andrea Negro

UCI WORLDTEAMS – 18 (aventi diritto) – totale 25 squadre di 7 corridori ciascuna

  • BAHRAIN – MERIDA (BRN) – Nibali, Colbrelli
  • AG2R LA MONDIALE (FRA) – Bardet, Naesen
  • ASTANA PRO TEAM (KAZ) – Nielsen, Ballerini
  • BORA – HANSGROHE (GER) – Sagan, Bennett
  • CCC TEAM (POL) – Van Avermaet, Pauwels
  • DECEUNINCK – QUICK – STEP (BEL) – Alaphilippe, Viviani
  • EF EDUCATION FIRST (USA) – Clarke, Modolo
  • GROUPAMA – FDJ (FRA) – Demare, Guarnieri
  • LOTTO SOUDAL (BEL) – Ewan, Hansen
  • MITCHELTON – SCOTT (AUS) – Trentin, Albasini
  • MOVISTAR TEAM (ESP) – Valverde, Bennati
  • TEAM DIMENSION DATA (RSA) – Kreuziger, Cummings
  • TEAM JUMBO – VISMA (NED) – Groenewegen, Van Poppel
  • TEAM KATUSHA ALPECIN (SUI) – Battaglin, Spilak
  • TEAM SKY (GBR) – Rowe, Stannard
  • TEAM SUNWEB (GER) – Matthews, Dumoulin
  • TREK – SEGAFREDO (USA) – Degenkolb, Felline
  • UAE TEAM EMIRATES (UAE) – Kristoff, Gaviria

UCI Professional Continental Teams – 7 wild card

  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC (ITA) – Belletti, Montaguti
  • BARDIANI CSF (ITA) – Barbin, Maestri
  • COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS (FRA) – Bouhanni, Laporte
  • DIRECT ENERGIE (FRA) – Terpstra, Bonifazio
  • ISRAEL CYCLING ACADEMY (ISR) – Neilands, Sbaragli
  • NERI SOTTOLI SELLE ITALIA KTM (ITA) – Visconti, Velasco
  • TEAM NOVO NORDISK (USA) – Planet, Peron

Il 2 aprile 1906 si tenne per la prima volta la competizione per volere dell’Unione Sportiva Sanremese, ma si trattava una corsa podistica. Dopo un parziale insuccesso, il giornalista Tullo Morgagni ebbe l’idea di utilizzare il percorso per il ciclismo, la propose al direttore de La Gazzetta dello Sport, Eugenio Costamagna, il quale affidò il progetto ad uno dei più grandi organizzatori di competizioni ciclistiche, Armando Cougnet. Il 14 aprile 1907 si svolse la prima edizione della Milano-Sanremo ciclistica. Nel 1910 la Classicissima entrò nella storia delle due ruote a causa di condizioni atmosferiche estreme che spinsero i corridori a cercare rifugio nelle case lungo il percorso. Su sessanta iscritti, solo sette arrivarono al traguardo: vinse il francese Eugene Christophe, che era convinto di aver sbagliato strada. Dal 1917 al 1928 cominciò l’era di Costante Girardengo, che vinse la Classica per ben sei volte in un decennio, classificandosi tutte le volte tra i primi tre. Dal 1931 al 1935 e dal 1946 al 1949, invece, ci furono due storiche rivalità, rispettivamente quella tra Learco Guerra e Alfredo Binda e l’altra tra Gino Bartali e Angelo Coppi. Dopo la vittoria di Loretto Petrucci nel 1953, gli italiani non riuscirono più ad imporsi nella corsa per ben sedici anni: nel 1966 si aprì l’era del belga Eddy Merckx, che vinse ben sette volte. Un’altra striscia positiva di quattro vittorie fu invece portata a casa dal tedesco Erik Zabel dal 1997.

La vittoria di Sean Kelly nel 1992, quando raggiunse Moreno Argentin lungo la discesa del Poggio per poi batterlo in uno sprint a due, e quella di Andrei Tchmil nel 1999, che con un allungo all’ultimo chilometro riuscì a giungere sul traguardo con pochissimi secondi d’anticipo, sono tra i momenti più memorabili di quegli anni. All’inizio il tratto più difficile era considerato il Passo del Turchino, che però negli anni si è rivelato essere fin troppo impegnativo. Molto bello è, invece, il precorso che si articola sull’Aurelia, dove i ciclisti attraversano la Riviera ligure di ponente superando i famosi tre capi che precedono Imperia (Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta). Le ascese della Cipressa (inserita nel 1982) e del Poggio (inserita nel 1960) rappresentano le ultime difficoltà prima del traguardo. Il Paese con più vittorie è l’Italia, che ne ha incassate 51, l’ultima l’anno scorso ad opera di Vincenzo Nibali che ha riportato a casa il trofeo a undici anni di distanza dalla vittoria di Filippo Pozzato. Al secondo posto c’è il Belgio (20 vittorie), seguito da Francia (13), Germania (7), Spagna (5), Paesi Bassi (3), Australia, Irlanda, Regno Unito, Svizzera (2 vittorie ciascuna) e, infine, Norvegia e Polonia (una vittoria a testa). Il corridore con più vittorie è Eddy Merckx, seguito da Costante Girardengo. Con quattro vittorie ci sono poi Gino Bartali e Erik Zabel, mentre hanno conquistato tre successi Fausto Coppi, il belga Roger De Vlaemick e lo spagnolo Oscar Freire. Ci sono poi altri sette corridori che hanno ottenuto due vittorie, ovvero Gaetano Belloni, Alfredo Binda, Giuseppe Olmo, Loretto Petrucci, Miguel Poblet, Laurent Fignon e Sean Kelly. Sabato alla Milano-Sanremo saranno al via 25 squadre, ognuna capitanata da uno o due corridori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...