Lega del Ciclismo Professionistico

Atleti: il 29 a Salsomaggiore il primo appuntamento

Lascia un commento

Successo pieno per il primo corso formativo  dedicato alle atlete e agli atleti italianiPlatea

29 novembre 2013

Giornata intensa e produttiva quella ospitata nel Palazzo Congressi di Salsomaggiore Terme e organizzata dal Centro Studi della Federazione Ciclistica Italiana, in collaborazione con la Lega del Ciclismo Professionistico e l’A.C.C.P.I. come.primo corso di aggiornamento e formazione rivolto agli atleti per il rilascio della tessera/licenza valida per la stagione 2014. C’erano tutti. Da Diego Ulissi a Vincenzo Nibali, passando per Ivan Basso, Michele Scarponi, Damiano Cunego, Adriano Malori, Moreno Moser, Luca Paolini, Rinaldo Nocentini, Filippo Pozzato e ancora, la pluricampionessa del mondo Giorgia Bronzini, al fianco di Tatiana Guderzo, Elisa Longo-Borghini e la giovane Rossella Ratto, bronzo ai mondiali di Toscana 2013 ma anche Marco Aurelio Fontana, campione della MTB Francesca Fenocchio e Andrea Pusateri, atleti paralimpici. Per citarne alcuni. “Voi siete il ciclismo – dice il presidente Renato Di Rocco – la vostra adesione così numerosa oggi rende onore a questo sport. Ieri la Federciclismo ha ospitato a Roma il Direttivo Uec (European Cycling Union) dove è intervenuto anche il presidente dell’UCI, Brian Cookson. Il dialogo con la federazione internazionale è aperto tanto che, con l’occasione, ho esposto il nostro programma per la giornata di oggi ed stato accolto con molto entusiasmo”. Al fianco di Di Rocco anche il sindaco di Salsomaggiore Terme Filippo Fritelli, il Vice Presidente Vicario della FCI Daniela Isetti, il vicepresidente di FCI e Lega Michele Gamba ed il CT Paolo Bettini che ha sottolineato: “Non è necessario essere campioni per fare del ciclismo di alto livello. La vostra presenza così numerosa oggi è sintomo che siete consapevoli e responsabili. Ai neo professionisti chiedo di essere curiosi, dinamici attenti, non solo sulle due ruote, ma al mondo che li circonda”. Numerosi gli argomenti trattati: Massimo Cacciari, filosofo, accademico e politico italiano ha parlato di etica nello sport ma senza moralismo: “Fare sport vuol dire creare una comunità, in cui convivono competizione e amicizia, che liberamente sceglie di aderire a delle leggi/regole. Voi professionisti vivete in una dimensione straordinaria perché avete la responsabilità di dimostrare che  lo sport, inteso come esercizio fisico e come espressione di gioia, si può realizzare. Il pubblico capisce la straordinarietà dello sport e quanto voi sportivi rendete simbolico ciò che fate. Distruggere le leggi in cui avete scelto di aderire o barare vuol dire distruggere la vostra casa, la vostra dimensione”. Massimo Cacciari, ha ricevuto la Maglia Rosa autografata dai campioni, Vincenzo Nibali, Michele Scarponi, Ivan Basso e Gianni Bugno.Cacciari_Atleti Significativi gli interventi di Marco Bellinazzo e Dario Ceccarelli, giornalisti de il Sole 24 Ore e Radio24, dal titolo “L’impatto economico delle sponsorizzazioni” dove si è posto l’accento sui motivi che, ancora oggi ed in un momento così delicato, spingono uno sponsor verso il ciclismo. “I rapporti con i Media” tesi a cura di Luca Corsolini, giornalista di Sky Sport e docente della Scuola dello Sport del Coni, ha concluso la sessione di lavori in comune, moderata dal direttore di TuttoBici, Pier Augusto Stagi, e rivolto ai professionisti e neoprofessionisti, donne élite, paralimpici e atleti del fuoristrada. Corsolini ha conquistato la platea degli atleti ricordando loro che, soprattutto oggi in una realtà dominata dai social network, ognuno di loro è un vero e proprio mezzo di comunicazione. Nel tardo pomeriggio i lavori si sono differenziati per categoria. I professionisti e neoprofessionisti hanno partecipato alla sessione con tema “La riforma del ciclismo” a cura della Lega del Ciclismo Professionistico e dell’Assocorridori, che hanno illustrato la proposta formulata dall’UCI  e le criticità che la Lega del Ciclismo Professionistico e la FCI hanno già evidenziato alla federazione internazionale. E’ nato un dibattito che ha avuto per protagonisti gli atleti stessi: “Grazie per i vostri preziosi suggerimenti di cui ci faremo portavoce. Solo se state uniti e compatti si potrà far valere le vostre opinioni e le vostre idee” – dice Federico Scaglia, segretario generale dell’A.C.C.P.I. Mentre, le donne élite, gli atleti del fuoristrada e quelli del paraciclismo hanno partecipato alla tesi esposta, tramite collegamento dall’Afghanistan con il Tenente Colonnello dell’aeronautica militare Emanuele Spigolon, dal titolo “Il Passaggio da Team a gruppo vincente”. L’entusiasmo ha invaso tutti gli atleti presenti, compreso il CT Bettini che ha coordinato l’intervento. A seguire la sessione di lavori si è conclusa con Luca Corsolini che ha esposto il tema della “Responsabilità sociale delle organizzazioni sportive”. Per acclamazione, a fine giornata, Cristian Salvato è stato eletto nuovo Presidente dell’A.C.C.P.I.

comunicato stampa congiunti FCI, LCP, ACCPI

foto Soncini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...