Lega del Ciclismo Professionistico

MPCC è (ancora) credibile?

Lascia un commento

E’ utile (ma soprattutto è ancora credibile) il Movimento per un ciclismo credibile?

Pierre_Rolland_2011Non si ancora spenta l’eco del “caso Rolland” il corridore Europecar che nel corso di un controllo (non UCI) sul livello di cortisolemia, prima della partenza dell’ultima tappa del Giro del Delfinato, ha mostrato un valore tale da imporre, secondo le regole MPCC cui aderisce Europcar, uno stop di 8 giorni al fine di tutelarne la salute.
Il corridore è partito ugualmente per poi ritirarsi nel corso della tappa stessa.
A questo punto, sentite le giustificazioni di squadra e corridore, il MPCC invece di prendere posizione netta, conciliativa o repressiva cosa fa? Esce con un generico comunicato (riportato in calce) che ricorda ai medici di squadra e alle equipe aderenti al Movimento per un Ciclismo Credibile le modalità del test e della sospensione e ribadisce che il problema verrà valutato dal Consiglio di Amministrazione. Ribadisce anche che si tratta di un test di tutela della salute e non antidoping. Una settimana fa, il 20 giugno, la Europcar viene temporaneamente sospesa dal MPCC, decisione che non comporta alcuna conseguenza tangibile, tanto che sia la squadra che il corridore saranno al via al prossimo Tour de France.
Nostra interpretazione: Dopo il caso AG2R, autosospesa al Giro del Delfinato (perché solo il Delfinato e non anche il Tour?) dopo due positività in squadra, proprio noi dell’MPCC, i Paladini dell’antidoping, ci siamo messi in un bel pasticcio da cui non sappiamo come uscire, anche perché nel Consiglio d’Amministrazione presieduto da Roger Legeay la squadra più rappresentata con un membro (Jean René BERNAUDEAU) e il Segretario (Philippe SENMARTIN) è proprio la francese Europcar. Cosa decidere a seguito di una palese violazione quando in ballo c’è la partecipazione al Tour. Pierre Rolland, tradito a quanto sembra da uno spray nasale, non è poi un corridore di secondo piano, sul quale poter scaricare tutta la responsabilità e uscire indenni dalla situazione. Facciamo calmare le acque e dopo il Tour decideremo una bella sanzione per la squadra che nel frattempo sospendiamo dal nostro club, così non deve più neanche sottoporsi agli esami che abbiamo previsto.

Qualche medico ci deve spiegare perché vengono effettuati questi test ematici solo su di un parametro come il cortisolo: sono indice di qualche pratica pericolosa o proibita oppure stiamo solo facendo un check-up gratuito ai corridori? Sono questi i momenti in cui si sente persino la mancanza dei complessi regolamenti WADA o UCI in tema di sanzioni, di sostanze proibite, di tutela della salute, di antidoping, normative fitte di procedure, di organismi più o meno indipendenti, ma anche di garanzie e di relativa certezza delle sanzioni. Alla prima occasione (e alla seconda) il MPCC ha mostrato tutti i suoi limiti e rivelato gli enormi conflitti di interesse potenziali.

Questo è il comunicato  MPCC

MPCC’s reminder about cortisol levels tests

Regarding cortisol levels tests, MPCC rules are very clear, as it was specified on the information sent to the doctors of all team members. Reminder.

  
As they did for Paris-Nice and Four Days of Dunkirk, The French Cycling Federation (FFC), Movement for a Credible Cycling (MPCC) and French National Cycling League (LNC) have taken blood samples during the Criterium du Dauphine to measure cortisol levels. Intra-articular corticosteroid injections have to be validated by the team doctor who will prescribe eight days off–race. In case of low cortisol levels, the rider cannot start the next stage.
 Due to low cortisol levels, Europcar rider Pierre Rolland should not have started the 8th stage of the Criterium du Dauphine this Sunday. MPCC states that it will “listen to the explanation given by the manager so that the board of directors can assess and state on this problem”. It’s important to remind that these controls are part of a health monitoring program, not anti-doping tests. They aim at prescribing a period of rest to a rider suffering, as demonstrated by low cortisol levels. Then, complementary analysis may be performed. Regarding these controls, MPCC rules are very clear, as it was specified on the information sent to the doctors of all team members, which stated that: 

– When it comes to unexpected cortisol levels controls in competition, blood samples are taken by accredited laboratory biologists, members of RBML-Biomnis, approved by FFC / UCI. 

– The samples are taken in each GS hotel between 6.30-7.00 and 8.30-9.00. Riders do not have to be fasting. 

– The samples are taken by the laboratory itself under the conditions required by law. Samplers have with them an engagement letter signed by Dr. Armand MEGRET. 

– There is only one accredited laboratory per collection day.

– The laboratory is different depending on the day and place of the race. All of the laboratories are RBML members and meet the same requirements before the law. 

– The day of sampling, the same controller makes the determination of plasma cortisol for all riders. 

– The results are reported in their entirety by the medical expert (Dr. Armand MEGRET) on the same day to the team doctors, who then deliver them to the riders.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...