Lega del Ciclismo Professionistico

Raduno Squadre Nazionali a Salsomaggiore

Lascia un commento

RADUNO SQUADRE NAZIONALI: Prima giornata di lavori per gli azzurri al collegiale di Salsomaggiore Terme

Successo per la tesi esposta dal Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare, Emanuele Spigolon – Nessun mistero da chiarire sull’assenza di Diego Ulissi
Salsomaggiore Terme (19/6) – Entra nel vivo il raduno collegiale delle Nazionali Azzurre Professionisti, U23 e Juniores a Salsomaggiore Terme guidate dai CT Paolo Bettini e Marco Villa. Nella mattinata si è svolta la “sessione allenamenti” con il training per i Professionisti e gli Under 23 Mattia Frapporti, Luca e Simone Sterbini, durato circa 5 ore su una distanza di 160 km attraverso le colline piacentine e del parmense. Per gli altri Under 23, un allenamento di 120 km, affiancando gli azzurrini Juniores (nella foto in alto gli azzurri in allenamento). Nel tardo pomeriggio la “sessione didattica”, coordinata dal Settore Studi e dai tecnici nazionali, ha visto l’esposizione della tanto attesa tesi del Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare, Emanuele Spigolon (nella foto in basso), che ha catturato l’attenzione degli azzurri in raduno perché focalizzata sul passaggio da “Gruppo a Team vincente”. Molte le similitudini tra il ciclismo e l’Aeronautica militare: la leadership, la figura del gregario, l’obiettivo comune, la motivazione, il senso di appartenenza al gruppo, l’identificazione e la fiducia nel “compagno”, oltre alla comunicazione nel gruppo. Tra le tesi esposte anche quella di Giovanni Esposito, docente della scuola dello Sport del Coni, e quella di Diego Bragato, docente del Settore Studi. ASSENZA ULISSI – In merito all’assenza di Diego Ulissi al raduno delle squadre nazionali di Salsomaggiore Terme, si precisa che non c’è alcun mistero da chiarire. Il progetto federale, infatti, si basa sul rapporto di collaborazione con le squadre di appartenenza degli atleti interessati e tiene conto senza forzature anche delle specifiche, motivate esigenze. In questo caso, la Lampre Merida, pur condividendo le finalità del progetto, che prevede varie fasi di attuazione, ha deciso di tenere unita tutta la squadra in vista del prossimo Campionato Italiano ritenendo che per i suoi atleti sia più proficuo seguire il programma sociale per affrontare l’appuntamento nelle migliori condizioni psicologiche e tecniche, nell’interesse comune.

da Federciclismo.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...